€ 9.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il cappello del prete

Il cappello del prete

di Emilio De Marchi

3.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar classici
  • Data di Pubblicazione: luglio 2006
  • EAN: 9788804558804
  • ISBN: 8804558806
  • Pagine: XVI-249
  • Formato: brossura
Pubblicato a puntate nel 1887 e in volume nel 1888, "Il cappello del prete" è stato il romanzo più famoso di Emilio De Marchi, subito tradotto anche all'estero. Ambientato a Napoli, narra le vicende del nobile squattrinato Carlo Coriolano, barone di Santafusca che, ridotto alla rovina dai debiti di gioco e da una vita oziosa e dissipata, uccide il ricco prete usuraio don Cirillo per impossessarsi dei suoi soldi. Ma al suo "delitto perfetto" manca un dettaglio chiave: l'occultamento del cappello del prete. Diventato un indizio pericoloso, il tricorno tormenterà il barone come una sorta di allucinazione ricorrente, fino ad arrivare, dopo una serie di peripezie, davanti al banco del tribunale per inchiodarlo alla sua colpa. Romanzo originale, definibile un "giallo psicologico", "Il cappello del prete" resta ancora oggi un esempio di letteratura d'intrattenimento di alto livello, in cui De Marchi riprende la lezione della grande narrativa europea - da Dostoevskij a Poe, da Manzoni al verismo - alternando con maestria il tono leggero del bozzetto ottocentesco con il registro cupo del romanzo gotico.

I libri più venduti di Emilio De Marchi:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.3 di 5 su 3 recensioni)

4.0Una sorpresa, 25-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo aver letto questo romanzo resto davvero stupito del fatto che fosse così poco conosciuto. Originale e scorrevole nell'intreccio, credibili e ben caratterizzati i personaggi, dal Barone di Santafusca, aristocratico decaduto, a Prete Cirillo, tutt'altro che puro, passando per i personaggi secondari altrettanto ben riusciti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Coscienza e destino, 09-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo che non mi ha pienamente convinta. Macchinoso, forse risente della scrittura del secolo passato, o forse è semplicemente un difetto dell'autore. Ho trovato e qui non vorrei che nessuno mi accusasse di blasfemia, un'assonanza con Delitto e castigo, il tema del rimorso, (meno sviscerato) , e con Il postino suona sempre due volte, la morale che si vendica dell'assassino e dell'esistenza che richiede il conto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Lettura piacevole, poco impegnativa , 16-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro nacque in realtà come romanzo d'appendice. E' un "giallo" (mi sento di metterlo tra virgolette), un libro che si legge volentieri prima di dormire ma non accostatevi a questa lettura se avete grandi pretese.
La trama lascia un po' a desiderare, ma è piacevole per calarsi nell'atmosfera della Napoli fine Ottocento.
Ritieni utile questa recensione? SI NO