€ 9.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Canone inverso

Canone inverso

di Paolo Maurensig

4.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
Il "canone inverso" è nel linguaggio tecnico musicale, una forma di fuga molto più complessa, perché non è basata sulla ripetizione dello stesso tema. A Vienna per la stagione concertistica, il narratore della storia incontra un suonatore ambulante in una taverna di Grinzing. Un po' per scherzo, un po' per scherno, gli chiede un pezzo difficilissimo: una ciaccona di Bach. L'ambulante la esegue alla perfezione, stende il cappello e riceve una ricca mancia dallo stupito ascoltatore. Il giorno dopo lo scrittore incontra di nuovo il singolare musicista che gli rivolge una domanda: ha mai raccontato una storia ambientata nel mondo della musica? Lui ne conosce una forte e misteriosa: una storia terribile. In seguito a quali disavventure un artista eccelso si è ridotto a trascinare per bettole e osterie un talento che avrebbe potuto aprirgli i palcoscenici dei teatri più celebri del mondo? Qual è la forza terribile che è entrata nella sua vita? Maurensig costruisce un'avventura in cui le sorprese, i trasalimenti, i colpi di scena non sono puri espedienti narrativi, ma simboli drammatici dello scontro tra le inquietudini, la delicatezza delle anime individuali e la ferocia della storia di questo secolo.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Paolo Maurensig:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Canone inverso e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 12 recensioni)

5.0DA LEGGERE !!!, 26-09-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro descrive minuziosamente tutti i personaggi, i loro caratteri, il loro modo di essere; in sostanza riusciamo ad entrare nella testa delle varie parti. Tutto questo senza essere pesante o logorroico. Anzi, la lettura è fluida e coinvolgente. Se si decide di leggere per mezz'ora, ci si ritrova ancora lì seduti dopo un'ora.
Inoltre, dovrebbe essere banale per uno scrittore ma ahimè... così non lo è più... NON ci sono refusi o altre porcherie.. è scritto bene! Non conoscevo Maurensig (e non conosco le altre sue opere tutt'ora), ma posso azzardarmi a dire che è uno scrittore con la S maiuscola. Sicuramente al prossimo giro di acquisti prenderò qualche altro suo libro.

Le cose che più mi sono piaciute sono la confusione, i dubbi e le perplessità che rimangono nella testa del lettore fino all'ultima pagina. Confusione che però è gestibile e non fa perdere il filo della narrazione. Alla fine, con l'epilogo, tutto diventa limpido, chiaro... e si ripone il libro nello scaffale con rinnovato compiacimento di aver letto proprio quell'opera.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Molto piacevole, 21-01-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
"Canone inverso" è un romanzo stupendo. Il finale mi ha lasciata a bocca aperta, tutti i misteri vengono risolti, anche se ammetto che fino all'epilogo non avevo capito molto bene il collegamento tra i personaggi. Al centro della trama ci sono un musicista e il suo violino: ci troviamo in un hotel in cui arriva un giovane interessato all'acquisto dello strumento, vinto all'asta da un uomo anziano. Il primo racconta che mentre si trovava a Vienna ha conosciuto il possessore dello strumento, il quale gli ha raccontato la storia della sua vita. Inizia così un lungo flashback, in cui ci sono dei riferimenti molto interessanti alla musica classica, ma nonostante il racconto del ragazzo l'uomo anziano non è disposto a vendere il violino. Torna a casa e solo a quel punto si scopre tutta la verità. Il libro è scritto molto bene ed è scorrevole, quindi si legge in poco tempo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Canone Inverso, 11-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Racconto romanticheggiante denso di atmosfere gotiche che riporta il lettore indietro nel tempo. Trama eccellente, ricca di mistero, ottimo stile, reso anche più interessante dall'uso di diversi "io narranti". Ipnotizzante e geniale. Consiglio caldamente la lettura di questo meraviglioso romanzo, ma altrettanto caldamente sconsiglio la visione del film che ne è stato tratto
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Canone inverso, 18-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
"Canone inverso" è una partitura che può essere eseguita anche a ritroso, come la trama con cui è narrato il libro, semplicemente geniale, una perla nella letteratura contemporanea e un omaggio alla musica. Da leggere... E meglio lasciar perdere il film.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Leggetelo, 28-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Impossibile aspettarsi il finale. Il libro si divora, e già per questo piace, ma alla fine lascia a bocca aperta... e se si dice perché l'effetto è tutto rovinato. Va letto e basta.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Canone inverso, 06-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Nelle atmosfere mitteleuropee novecentesche, densamente descritte, un genio della musica consuma la sua impossibilità di vivere.
Le caratterizzazioni psicologiche sono riuscite, il tormento è al punto giusto per essere accettato con simpatia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Canone inverso, 03-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
molto simile al precedente "la variante di luneburg", nel primo si parla di scacchi in questo di musica. forse questo è più adatto a farne un film, più commerciale come storia, meno affascinante
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0musica mistica e pazzia, 02-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Fine Novecento, Vienna, capitale della musica. E al centro del romanzo proprio un violino, speciale per le fattezze e per la funzione che svolge di fulcro attorno al quale si allacciano e si sovrappongono le storie di diversi personaggi, in un brillante intreccio.
Un uomo entra in possesso, partecipando ad un’asta a Londra, di un violino, che a lui pare semplicemente apprezzabile nelle forme, ma che una visita inattesa rivelerà essere in realtà la punta d’iceberg di una vicenda ricca di risvolti oscuri e misteriosi.
Il visitatore si presenta come scrittore e musicofilo e inizia a raccontare un particolare incontro, avvenuto proprio a Vienna, con un violinista ambulante, Jenö Varga, che, nonostante l’aspetto esteriore lo celi perfettamente, possiede un incredibile talento, e solo ascoltando la sua storia si capisce come un tale talento si sia ridotto a girare per le bettole.
Orfano di padre, egli sviluppa fin dall’infanzia una passione smodata per la musica in generale e per il suo violino (l’unica traccia restatagli del genitore) in particolare, passione che lo porta a concepire un amore improbabile per una famosa violinista dell’epoca e ad entrare al Collegium Musicum, la scuola di musica più prestigiosa d’Europa. Ma la vita nel Collegium è tutt’altro che sana crescita interiore e professionale: è un luogo di competizione sfrenata e totale dedizione allo studio, sfociante talvolta in manifestazioni di feticismo e violenza; l’unico spiraglio di luce per Jenö sembra essere la forte amicizia con Kuno Blau, ma d’altra parte la perdita della madre lo ricaccia nelle tenebre.
Il corso di studi da violinista ha termine e Jenö lascia finalmente l’istituto: ma cosa lo aspetta nel mondo reale – dal quale egli si è quasi estraniato durante gli anni trascorsi al Collegium? Quali realtà aspettano il momento per rivelarglisi? Chi è lui? Chi è Kuno? Cos’è la musica? Cos’è la vita?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La musica si intreccia alla trama, 29-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La musica si intreccia con facilità alla trama. Riesce a prendere il lettore per leggere tutto d'un fiato, senza sosta. Ed un colpo di scena finale stupefacente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0avvincente, 07-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro molto avvincente, si legge tutto d'un fiato. L'ho comprato perchè colpita dal film che ho visto molto tempo fa, ma il libro è ancora più bello, intenso. Riesce con il solo utilizzo della parola a farti cogliere tutta la passione, la dedizione e l'amore che sta dietro la musica. La costanza e il sacrificio sono doti che un musicista non può non avere. La sua vita è completamente al servizio dello strumento. Non è, infatti, lo strumento ad essere il mezzo del musicista, ma quello che avviente è il contrario. La musica, che viene dallo strumento, utilizza il musicista come mezzo per esprimersi, come una forza suprema che non si può controllare.
Bellissimo il finale a sorpresa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0un capolavoro, 19-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro dal contenuto toccante, profondo. Una storia di amicizia e di passione per la musica sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale. La storia di un talento musicale geniale contenuto in un ragazzo non certo fortunato. Un libro favoloso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Splendido, 17-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Imperdibile questo romanzo di Maurensing sulla bellezza e la magia della musica. Una storia che turba questa del grande e "strano" talentuoso violinista Jeno Varga/Juno. Storia di una follia, di un'ambizione travolgente, un talento impareggiabile, un amore irrealizzabile e lo sfondo della guerra. Il tutto ricostruito a ritroso secondo il "canone inverso" della partitura per violino. Splendido.
Ritieni utile questa recensione? SI NO