La camera chiusa

La camera chiusa

4.5

di Maj Sjöwall, Per Wahlöö


  • Prezzo: € 14.00
  • Nostro prezzo: € 10.50
  • Risparmi: € 3.50 (25%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Sellerio


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

È una giornata assolata a Stoccolma e in una banca del centro riesce una rapina solitaria. Autore, sembra, una donna giovane. Questa, in fuga con il ricco bottino, ha fulminato con un colpo di pistola il solito che cercava di fare l'eroe. "Bulldozer" Olsson, entusiasta ed accanito procuratore, è sicuro che il colpo sia parte di un elaborato piano criminoso. Dietro questa ipotesi sguinzaglia la squadra speciale. Lo stesso giorno, Martin Beck, appena uscito da una lunga convalescenza e moralmente a pezzi come il suo matrimonio, da solo, senza i suoi, inizia a indagare su uno strano fatto. Un cadavere è stato rinvenuto in un monolocale: un anziano indigente, una pallottola gli ha spaccato il cuore. La camera è internamente chiusa, e il caso si avvia ad essere frettolosamente archiviato come suicidio; ma allora, dov'è l'arma? Metodico, implacabile e triste, mentre gli altri elaborano trappole clamorose, Martin affronta l'enigma da camera chiusa. Nessuno crederebbe che la rapina e il cadavere misterioso siano le due facce dello stesso imbroglio. Solo lui e forse perché si sente anch'egli dentro una camera chiusa. Per chi volesse conoscere cosa sia davvero «il poliziesco procedurale» e perché Sjòwall e Wahlòò ne sono considerati il re e la regina, questo nuovo romanzo della serie è la lettura adatta. C'è il coro rumoroso dei poliziotti, con le loro capricciose personalità; c'è la galleria variegata dei personaggi; e c'è la razionalità di un'indagine dalla logica metodica.

In sintesi

Con "La camera chiusa" Sjöwall e Wahlöö hanno forse scritto il loro capolavoro, un romanzo che miscela alla perfezione il classico giallo - un omicidio in una camera chiusa - alle tematiche politiche e sociali molto care alla coppia. Martin Beck è più cupo e pensieroso e agisce con una certa malinconia. E se è vera l'affermazione che le migliori storie poliziesche non sono quelle su come un poliziotto lavora su un caso, bensì quelle su come un caso lavora su un poliziotto, Martin Beck ne è l'esempio più calzante.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro

  • Titolo: La camera chiusa
  • Traduttore: Zatti R.
  • Editore: Sellerio Editore Palermo
  • Collana: La memoria
  • Data di Pubblicazione: settembre 2010
  • ISBN: 8838924961
  • ISBN-13: 9788838924965
  • Pagine: 431
  • Reparto: Gialli
  • Formato: brossura

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La camera chiusa e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.4 di 5 su 7 recensioni)

4.0Grande beck, 27-08-2011
di C. Gobbini - leggi tutte le sue recensioni
Questo nuovo episodio conferma Siowall Maj come una delle regine del giallo svedese. Il poliziotto Martin Beck è ormai diventato famoso per la mia lettura e ogni libro è sempre davvero molto bello. Tutti gli episodi della seerie ci rivelano uno spaccato della società svedese degli anni settanta. Molto bello
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bellissimo, 31-07-2011
di F. Gobbini - leggi tutte le sue recensioni
Sarà una donna quella che ha rapinato la banca e ucciso Ollson? Con questo enigma si convive per buona parte del libro e Martin Beck deve affrontare uno dei casi più difficili perchè sembra davvero un malvivente perfetto quello che ha raòpinato la banca. Peccato che i dieci episodi di Beck stiano per finire perchè ci mancheranno proprio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Post ferimento, 19-02-2011
di F. Gobbini - leggi tutte le sue recensioni
Dopo essere stato ferito nelle precedente indagine torna Martin Beck che anche se un po' defilato resta sempre un grande investigatore. Con il suo modo diretto di condurfre gli interrogatori Beck trova un collegamento fra due casi che sembrano scollegati fra loro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Spaccato sociale, 18-02-2011
di P. Zanotti - leggi tutte le sue recensioni
In questo romanzo di Sjowall Maj resta un po' in disparte la figura carismatica di Martin Beck, però anche i colleghi sono personaggi importanti e il libro non ne perde. Rispetto ai precedenti la Maj ci prospetta una visione della società svedese degli anni 70, che mi ha lasciato un pò sorpreso. Un grande libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Grande Beck, 11-02-2011
di F. Zanotti - leggi tutte le sue recensioni
Bellissimo questo nuovo libro di Sjowall Maj. Come al solito Martin Beck è alle prese con un caso difficile da risolvere e solo con la sua grande intuizione riesce a dipanare la matassa. Sjowall Maj ci presenta in questo libro una realtà svedese che non conoscevo fatta di problemi sociali e di tensioni molto forti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Sociale, 07-02-2011
di C. Gobbini - leggi tutte le sue recensioni
E' proprio uno spaccato della vita sociale svedese degli anni '70. Come al solito un grande giallo e bel commento finale di Nesser. Un Martin Beck all'inizio defilato e che vede i suoi collaboratori prendere il campo e verso la fine tornare alla grande.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il migliore della serie del Commissario Beck, 29-12-2010
di B. Fortuna - leggi tutte le sue recensioni
I gialli dei coniugi svedesi sono piacevoli, mai truci, ma talvolta mancano di mordenti.
Questo ultimo pubblicato invece è più brioso e si legge con vero piacere.
Da notare che i libri della coppia scandinava devono essere letti non secondo la data di pubblicazione in Italia ma seguendo la data di uscita in Svezia.
Così si segue l'evoluzione della storia professionale e personale di Martin Beck.
Ritieni utile questa recensione? SI NO