La caduta

La caduta

4.0

di Albert Camus


  • Prezzo: € 8.00
  • Nostro prezzo: € 6.80
  • Risparmi: € 1.20 (15%)
Disponibilità immediata
Ordina entro 31 ore e 56 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedi 7 Luglio   Scopri come


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 7 beenz o più.   Scopri come

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La caduta acquistano anche R.e.d. di Ne-Yo € 9.85
La caduta
aggiungi
R.e.d.
aggiungi
€ 16.65

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La caduta e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

4.0La debolezza di Hitler, 30-04-2011
di P. Rogondino - leggi tutte le sue recensioni

Questo è un film che mett in scena gli ultimi giorni di vita di Hitler, la sua debolezza il momento in cui ha capito di aver perso, il momento in cui è riuscito a uscire dalla follia e si è guardato in modo lucido. Un film, ovviamente, molto interessante se non altro perché rende più umano il più grande (o piccolo?) folle omicida della storia d'Europa.




4.0Il giudice penitente, 24-09-2010
di L. Mauro - leggi tutte le sue recensioni

Il libro è articolato come un unico monologo dove a parlare è sempre Clamence “giudice penitente” che nel racconto della propria vita denuncia direttamente e indirettamente l’umanità intera presa da egoismo, ipocrisia e materialismo. Tuttavia Clamence espia le sue colpe confessandosi (al suo interlocutore muto) proprio per ricadere negli stessi errori da lui denunciati; come lui stesso si definisce “grida nel deserto e rifiuta di uscirne”





4.0Camus, una garanzia, 02-08-2010
di F. Carcello - leggi tutte le sue recensioni

Ogni volta che inizio un libro di Camus qualcosa nella mia vita non è andato per il verso giusto e mi ha lasciato un senso di amarezza che ha bisogno di essere esorcizzato.
Nei libri di Camus trovo sempre un fondo di amarezza, anche quando non è l'atmosfera dominante e io sono una di quelle persone che trova confortante leggere le amarezze degli altri.
Forse è per questo che Camus mi piace molto.
Mi rendo conto che la mia passione non ha niente di colto e che
probabilmente non colgo il punto delle tematiche di Camus.
L'unica cosa che so è che La Caduta, raccontando una storia di disillusione e allo stesso tempo la storia dei mille modi che ci
inventiamo per considerarci superiori alla realtà che ci circonda,
mi ha riempito di amarezza.
Si tratta però di un'amarezza estranea in arrivo da fuori e che ha scalzato quella che avevo prima di iniziare a leggere.
Mi sento un po' meno solo e mi prendo, forse, meno sul serio...ma è quello che dico sempre quando ho finito un bel libro.





product