€ 12.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il cacciatore di aquiloni

Il cacciatore di aquiloni

di Khaled Hosseini

4.5

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Piemme
  • Collana: Bestseller
  • Traduttore: Vaj I.
  • Data di Pubblicazione: giugno 2009
  • EAN: 9788838483554
  • ISBN: 8838483558
  • Pagine: 362
  • Formato: brossura
Si dice che il tempo guarisca ogni ferita. Ma, per Amir, il passato è una bestia dai lunghi artigli, pronta a riacciuffarlo quando meno se lo aspetta. Sono trascorsi molti anni dal giorno in cui la vita del suo amico Hassan è cambiata per sempre in un vicolo di Kabul. Quel giorno, Amir ha commesso una colpa terribile. Così, quando una telefonata inattesa lo raggiunge nella sua casa di San Francisco, capisce di non avere scelta: deve tornare a casa, per trovare il figlio di Hassan e saldare i conti con i propri errori mai espiati. Ma ad attenderlo, a Kabul, non ci sono solo i fantasmi della sua coscienza. C'è una scoperta sconvolgente, in un mondo violento e sinistro dove le donne sono invisibili, la bellezza è fuorilegge e gli aquiloni non volano più.

Note su Khaled Hosseini

Khaled Hosseini è nato a Kabul il 4 marzo del 1965. Appartenente al gruppo etnico Pashtun, ha trascorso i primi anni della sua vita in Afghanistan. Era il quinto di cinque fratelli. Suo padre lavorava come diplomatico presso il Ministero degli Esteri afghano, mentre sua madre insegnava persiano e storia in un liceo femminile di Kabul. Nel 1970 il padre di Khaled riceve, da parte del Ministero degli Esteri, la richiesta di trasferimento presso l’ambasciata afghana presente a Teheran, in Iran. Quindi, all’età di cinque anni, Khaled segue la famiglia a Teheran. Tornati a Kabul nel 1973, assistettero al colpo di stato che avvenne nello stesso anno. Tre anni dopo, nel 1976, la famiglia Hosseini si trasferisce nuovamente. Questa volta la destinazione è Parigi. La difficile situazione politica che si era venuta a creare in Afghanistan, dove il potere era nelle mani di un’amministrazione comunista appoggiata dalla Russia, spinse la famiglia Hosseini a rinunciare a rientrare nel paese per timore del conflitto russo-afghano, scoppiato nel dicembre del 1979. Nel 1980 ottennero asilo politico negli Stati Uniti e si trasferirono in California. Avendo lasciato i loro averi in Afghanistan, vissero di sussidi statali fino a quando il padre di Khaled, svolgendo diversi lavori, riuscì a guadagnare abbastanza per poter mantenere la famiglia. Khaled si è diplomato alla Independence High School di San Josè nel 1984 e poi si è iscritto alla Santa Clara University, dove ha conseguito la laurea in Biologia nel 1988. Successivamente si è iscritto alla San Diego University of California, dove nel 1993 ha ottenuto la specializzazione in Medicina. Ha esercitato la professione di medico per circa dieci anni, prima di dedicarsi alla letteratura. Il suo romanzo d’esordio si intitola “Il cacciatore di aquiloni”. Scritto nel 2003 il romanzo, ambientato tra Afghanistan, Pakistan e stati Uniti, ha ottenuto un incredibile successo di pubblico e critica, registrando record di vendite e venendo tradotto in tutto il mondo. Khaled Hosseini attualmente vive nel nord della California assieme alla moglie Roya e ai loro due bambini, Harris e Farah.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 90 recensioni)

4.0Amicizia, 12-09-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Forse non si può chiamare amicizia tra il figlio del padrone e il figlio del servo ma in una realtà di Kabul con tutti i cambiamenti che la guerra porta, si capisce che le differenze sociali alla fine non minano le vere amicizie. Fa da sfondo il cambiamento che Kabul a dovuto subire con le diverse guerre ancora in corso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Lettura interessante, 21-07-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi aspettavo un po' di più visto il ritorno mediatico avuto (come spesso accade il film non rende l'idea) però è stata una lettua interessante, anche e soprattutto per la scoperta di una cultura a noi lontana. Non mancano i colpi di scena. Consigliato
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Assolutamente da leggere, 13-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La rappresentazione di una realtà crudele, distante dal mondo occidentale, ma comunque tristemente vera. Lettura scorrevole e molto coinvolgente, un romanzo veramente commovente degno di essere letto. La storia di un'amicizia e del riscatto, ma anche di molto di più, le difficoltà di chi va via dalla catastrofe e di chi invece rimane avvolto in quella realtà terribile. Verità sconvolgenti della storia afgana, dove spesso le vittime sono i più deboli e indifesi, a cominciare dai bambini. Un libro che deve essere letto!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Non solo un'amicizia..., 24-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo scrittore ci presenta la storia di un'amicizia che è difficile da portare avanti. L'unico modo per poter rimanere attaccati, servo e padrone, è quello di far volare gli aquiloni. Nel mezzo della guerra e di numerosi morti, il nostro protagonista si trasferisce in America per cercare maggior fortuna. Trovando una moglie e, solo in seguito, vorrà tornare al paese d'origine per ricordare e per poter fare ciò che non aveva portato a termine in passato. Un'opera degna di essere letta, stile semplice, lineare e molto coinvolgente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il cacciatore di aquiloni, 30-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho apprezzato davvero molto lo stile di scrittura, fluido, piacevole, senza grandi punti morti o particolari contorsioni, senza confusione. Ma la storia non mi ha preso molto, anzi non mi ha preso quasi per niente. Non ho faticato particolarmente ad arrivare alla fine del libro però, grazie alla bravura dell'autore
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il cacciatore d'aquiloni..., 28-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il cacciatore d'aquiloni è un libro molto commovente, che racconta una storia, una storia appassionante e triste. Innovativa, originale, sentimentale.
Lo stile che adopera Hosseini è molto semplice, ma allo stesso non stanca, né diventa ripetitivo, il lessico è molto vario.
Nel libro i sentimenti sono palpabili, presenti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il cacciatore di aquiloni, 19-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Un bel romanzo di avventura, con personaggi ben descritti e approfonditi, immersi in un paese in guerra, infestato di talebani violenti e minacciosi. La prima parte convince, è affascinante anche per la diversa cultura dei protagonisti, e il lettore è partecipe della sorte di ognuno di loro. Poi però, forse gli editor, o forse l'autore stesso, trasforma la parte finale in un'americanata che stona e rovina parzialmente ciò che di buono veniva prima. Peccato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Stupendo, 17-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Io credo che chi abbia letto Khaled Hosseini non possa restare indifferente di fronte al dolore dell'Afghanistan. Si guarda questo paese con occhi nuovi, con un senso di ingiustizia che ti pervade e che ti vorrebbe spingere a fare qualcosa. Siamo impotenti, ma l'autore ci mostra la forza dell'uomo che ha volontà di cambiare... E ci riesce.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il cacciatore di aquiloni, 12-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Amir e il suo amico Hassan sono dei bambini semplici che riescono a trovare la felicità in semplici cose, come gli aquiloni. Proprio durante la ricerca di uno di questi Amir assiste ad una violenza inimmaginabile sul suo amico Hassan, per paura fugge; una scelta che si porterà dietro, con rimorso, per tutta la vita. Ma la vita offre una seconda possibilità ad Amir, che ritornerà a Kabul, suo paese di origine per trovare il figlio di Hassan e rimediare ai propri errori...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Stupendo, 07-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto il libro solo dopo aver visto il film e questo ha un pò penalizzato la mia fantasia (mi piace fantasticare sui volti e sui paesaggi) oltre al fatto che più o meno sapevo già tutta la storia. Cosa positiva non riscontrata in altri casi è che almeno film e libro non si discostano molto tra di loro. La storia di amicizia tra hamir e assan è stupenda, commovente. Conosciamo uno scorcio di afghanistan, all'inizio del libro, al quale non siamo abituati.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il cacciatore di emozioni stupendo, 28-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Non ci sono parole per descriverlo veramante. L'ho letto parecchio tempo fà ma mi e rimasto impresso nella memoria. Mi sono emozionato come poche altre volte leggendo un libro. Profondo e fa riflettere sulla condizione del popolo afghano. Lo consiglio vivamante. Particolarmente riuscito il protagonista che nel corso del romanzo a un profonda crescita sia umana che morale
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Bello, ma con un ma, 20-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi sono avvicinata a questo libro quando era già un caso letterario, plebiscitariamente apprezzato, e spesso in questi casi arrivano delle delusioni. Qui la delusione non c'è. E' effettivamente un libro molto bello che si legge d'un fiato. Però c'è un assoluto squilibrio tra la prima parte - che è quella che conquista il lettore - e la seconda raffazzonata parte. La prima sembra scritta da uno che ha vera conoscenza e sinceri sentimenti nei confornti di ciò che scrive, la seconda ha il tono di un compitino fatto da uno studente non troppo preparato che deve rimediare un brutto voto. La cosa veramente apprezzabile è che fa conoscere a tanti ignari occidentali un Afghanistan che non è solo guerra e degli afghani che non sono solo guerrieri. E lo fa quando scrive una storia che incidentalmente si svolge in Afghanistan. Quando invece tenta di parlare del paese, sciupa tutto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il cacciatore di aquiloni (90)