Il buio oltre la siepe

Il buio oltre la siepe

4.5

di Harper Lee


  • Prezzo: € 9.50
  • Nostro prezzo: € 8.07
  • Risparmi: € 1.43 (15%)
Disponibilità immediata
Ordina entro 31 ore e 14 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedì 26 luglio   Scopri come


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

In una cittadina del "profondo" Sud degli Stati Uniti l'onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d'ufficio di un "negro" accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrarne l'innocenza, ma l'uomo sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l'episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell'infanzia che è un po' di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il buio oltre la siepe acquistano anche Ciò che inferno non è di Alessandro D'Avenia € 12.75
Il buio oltre la siepe
aggiungi
Ciò che inferno non è
aggiungi
€ 20.82

I libri più venduti di Harper Lee:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.6 di 5 su 44 recensioni)

5.0Razzismo, 19-04-2015, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di R. Segatori - leggi tutte le sue recensioni
"Il buio oltre la siepe" è un libro che, appena pubblicato, ebbe subito un gran successo. Parla del razzismo nell'America degli anni Trenta, e quando fu pubblicato (1960) negli USA era ancora presente la segregazione razziale.
Il romanzo narra la storia di due ragazzi rimasti orfani di madre che vengono accuditi dalla domestica di colore e dal padre, che è decisamente contrario al razzismo. I due ragazzi fantasticano sul vicino che vive praticamente segregato in casa, e nel frattempo assistono a episodi di razzismo contro un ragazzo di colore accusato di violenza sessuale nei confronti di una ragazza bianca. Si scoprirà troppo tardi che il responsabile delle violenze è il padre della ragazza, che tenta di aggredire i due protagonisti perché figli dell'avvocato che lo ha accusato. I due verranno salvati dal vicino di casa, che si rivela essere una persona buona.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Non tutto è come sembra, 05-03-2015
di B. Pesapane - leggi tutte le sue recensioni
Un bellissimo libro, che descrive la realtà attraverso gli occhi di una bambina. Scout è la figlia di un avvocato, Atticus Finch, che stato incaricato di difendere un afroamericano dall'accusa di aver violentato una donna. Scout assiste suo malgrado a determinati fatti che non riesce a spiegarsi: non riesce a capire la società che accusa ingiustamente una persona solo perché è diversa da chi detiene potere e ricchezza. Una storia molto delicata e profonda, raccontata in modo schietto, ironico e lieve e a partire da un punto di vista alquanto singolare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Lo sguardo di una bambina, 15-08-2014, ritenuta utile da 42 utenti su 58
di A. Mingardo - leggi tutte le sue recensioni
Se non fosse per l'ottica della narrazione, si potrebbe dire che siamo di fronte alla solita storia del Sud degli Stati Uniti, dove il colore della pelle è pressoché tutto: vita e morte, colpa e innocenza.
Queste storie sembrano inesauribili: quanti sono i libri che trattano di bianchi oppressori e gente di colore oppressa, in cui un nero ha tutte le probabilità di subire una condanna, mentre un bianco ha ogni possibilità di accusare e vincere?
In questo caso l'io narrante è rappresentato da una bambina, la figlioletta di un coraggioso avvocato, la quale però non può che vedere il mondo in bianco o nero. La sorpresa verrà da un vicino segregato da anni, perché questo Sud è impietoso con tutti i divergenti, e a volte si rivela persino più crudele con chi, anche se bianco, non aderisce alla folle logica della comunità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Lo sguardo oltre la siepe, 14-08-2013
di S. Fazzi - leggi tutte le sue recensioni
Che libro! Segregazione razziale e leggi razziali negli Stati Uniti degli anni Sessanta: come sarebbero diverse le cose se a volte si potesse dare ai bambini un pò più di libertà d'opinione! Si, perché la protagonista, Scout, è una bimba vivace ed anche se in principio vive spensierata, durante il romanzo è l'unica in grado di superare i pregiudizi e vedere la realtà nuda così com'è, senza filtri.
Si accorge delle violenze, delle ingiustizie e dei soprusi che sono all'ordine del giorno. "Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare sino in fondo, qualsiasi cosa succeda"
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Ottimo!, 17-10-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di M. Muro - leggi tutte le sue recensioni
Un grande classico di cui ignoravo la conoscenza. L'ho regalato ad un'amica incuriosita dalla trama, che l'ha divorato in due giorni e ne è rimasta troppo contenta. Incuriosita dal suo parere così positivo sono andata a comprarlo e che dire... Attuale, scorrevole, educativo, commovente. Diverso dagli altri libri! Mi è piaciuto moltissimo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il buio oltre la siepe, 11-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 5
di L. Noventa - leggi tutte le sue recensioni
Un grande classico che ho letto troppo tardi e che ho sempre snobbato, non chiedetemi perchè. Posso dire però che mi sarei pentito se non lo avessi letto perchè questo libro è tutto quello che un bel libro dovrebbe essere: coinvolgente, divertente, educativo, commovente, e chi più ne ha più ne metta. Scritto bene e con un gran bel messaggio!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Guardare oltre le apparenze, 06-05-2012
di B. Pesapane - leggi tutte le sue recensioni
"Fino al giorno in cui mi minacciarono di non lasciarmi più leggere, non seppi di amare la lettura: si ama, forse, il proprio respiro? " Questa frase mi è rimasta particolarmente impressa: un libro bellissimo, un libro che non si può fare a meno di leggere. Tratta di un argomento ancora attuale molto delicato. A volte la giustizia non può nulla di fronte ai pregiudizi e alla discriminazione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Emozionante, 04-05-2012
di E. Panzeri - leggi tutte le sue recensioni
E' un libro bellissimo che tutti dovrebbero leggere almeno una volta nella vita, e poi è adatto a tutte le età (io l'ho letto la prima volta alla scuola media e l'ho riletto molto volentieri neanche un mese fa! ) . Harper Lee ha avuta la capacità di affrontare un tema importante - e sempre attuale - come il razzismo in un modo sublime.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Non il mio genere, 01-05-2012
di E. Corradin - leggi tutte le sue recensioni
Mi sono avvicinato alle lettura di questo libro pensando di trovarmi davanti un capolavoro (da come se ne parla) invece devo dire che ne sono rimasto parecchio deluso.
La scrittura è fin troppo semplicistica, così come le posizioni di alcuni personaggi non sono approfondite a dovere ma sono mosse da un certo buonismo di fondo
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Il buio oltre la siepe, 20-03-2012
di G. Villa - leggi tutte le sue recensioni
Vado decisamente controcorrente rispetto agli altri giudizi. Questo romanzo non mi è piaciuto, l'ho trovato pieno di convenzioni, anche narrative e spesso con personaggi molto antipatici. Non mi è piaciuto lo stile della scrittrice, molto semplice, senza introspezione, con aneddoti che fanno somigliare più ad un diario che ad una storia. Di sicuro impatto il processo e le ingiustizie subite dai neri, e la sensibilità dei bambini, ma quasi insopportabile l'attegiamento "porgi l'altra guancia" per ogni cosa e qualsiasi sopruso, del padre. Poco sentito.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Atticus Finch, 10-03-2012
di R. Tonin - leggi tutte le sue recensioni
Una storia meravigliosa e coinvolgente, raccontata dalla piccola Jean Louise "Scout" Finch, figlia dell'avvocato Atticus Finch. Con uno stile spigliato e colloquiale la bambina parla della vita in una cittadina dell'Alabama degli anni Trenta: la famiglia, i giochi, la scuola, i pregiudizi e la discriminazione. Un vero capolavoro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il buio oltre la siepe, 05-02-2012
di S. Marcello - leggi tutte le sue recensioni
Un grandissimo libro su un argomento sempre attuale: il razzismo e la discriminazione. Visto con gli occhi di una bambina figlia dell'avvocato difensore di un uomo di colore accusato di stupro. L'ingiustizia della legge, la discriminazione del sud verso un ragazzo innocente. Adatto sia ad un pubblico più giovane, ma anche per gli adulti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il buio oltre la siepe (44)