€ 8.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il buio oltre la siepe

Il buio oltre la siepe

di Harper Lee

5.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
In una cittadina del "profondo" Sud degli Stati Uniti l'onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d'ufficio di un "negro" accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrarne l'innocenza, ma l'uomo sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l'episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell'infanzia che è un po' di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte, in pagine di grande rigore stilistico e condotte con bravura eccezionale.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.8 di 5 su 32 recensioni)

4.0Lo sguardo oltre la siepe, 14-08-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Che libro! Segregazione razziale e leggi razziali negli Stati Uniti degli anni Sessanta: come sarebbero diverse le cose se a volte si potesse dare ai bambini un pò più di libertà d'opinione! Si, perché la protagonista, Scout, è una bimba vivace ed anche se in principio vive spensierata, durante il romanzo è l'unica in grado di superare i pregiudizi e vedere la realtà nuda così com'è, senza filtri.
Si accorge delle violenze, delle ingiustizie e dei soprusi che sono all'ordine del giorno. "Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare sino in fondo, qualsiasi cosa succeda"
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Ottimo!, 17-10-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Un grande classico di cui ignoravo la conoscenza. L'ho regalato ad un'amica incuriosita dalla trama, che l'ha divorato in due giorni e ne è rimasta troppo contenta. Incuriosita dal suo parere così positivo sono andata a comprarlo e che dire... Attuale, scorrevole, educativo, commovente. Diverso dagli altri libri! Mi è piaciuto moltissimo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il buio oltre la siepe, 11-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Un grande classico che ho letto troppo tardi e che ho sempre snobbato, non chiedetemi perchè. Posso dire però che mi sarei pentito se non lo avessi letto perchè questo libro è tutto quello che un bel libro dovrebbe essere: coinvolgente, divertente, educativo, commovente, e chi più ne ha più ne metta. Scritto bene e con un gran bel messaggio!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Emozionante, 04-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un libro bellissimo che tutti dovrebbero leggere almeno una volta nella vita, e poi è adatto a tutte le età (io l'ho letto la prima volta alla scuola media e l'ho riletto molto volentieri neanche un mese fa! ) . Harper Lee ha avuta la capacità di affrontare un tema importante - e sempre attuale - come il razzismo in un modo sublime.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Atticus Finch, 10-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Una storia meravigliosa e coinvolgente, raccontata dalla piccola Jean Louise "Scout" Finch, figlia dell'avvocato Atticus Finch. Con uno stile spigliato e colloquiale la bambina parla della vita in una cittadina dell'Alabama degli anni Trenta: la famiglia, i giochi, la scuola, i pregiudizi e la discriminazione. Un vero capolavoro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il buio oltre la siepe, 05-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un grandissimo libro su un argomento sempre attuale: il razzismo e la discriminazione. Visto con gli occhi di una bambina figlia dell'avvocato difensore di un uomo di colore accusato di stupro. L'ingiustizia della legge, la discriminazione del sud verso un ragazzo innocente. Adatto sia ad un pubblico più giovane, ma anche per gli adulti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il capolavoro di Harper Lee, 02-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro dovrebbe essere letto da tutti.
Un libro stupendo che cerca di far capire un punto di vista diverso rispetto al solito. Si è continuamente "sulle spine" perché si spera e si vive praticamente in prima persona tutto il libro.
Non esiste un limite d'età per leggere questo stupendo libro.
Consigliato assolutamente a tutti voi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il buio oltre la siepe, 12-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La piccola Scout, una bambina fantastica, descrive con l'ingenuità dell'infanzia le vicende vissute. Il libro coinvolge così tanto che sembra quasi di vivere in quel racconto e di identificarsi con i protagonisti. Molto bello il rapporto che si crea tra Atticus e i figli, il modo in cui lui cerca di proteggerli dalle delusioni e dai pericoli.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Perla di semplicità, 06-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un libro che rispecchia il suo protagonista (protagonista adulto quantomeno) Atticus, che in origine avrebbe dovuto il titolo al libro. E' un libro cortese, semplice nei modi e nello stile che però nasconde una grande profondità e stimola la riflessione, un libro che risulta avvincente senza dover ricorrere a colpi di scena particolari.
Il "mockingbird" del titolo originale comunque non è riferito, come qualcuno ha detto, a Boo, ma a Tom, il negro innocente che nel libro viene comunque condannato: è un peccato uccidere un usignolo, che non fa niente di male ma anzi ti allieta col suo canto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il buio oltre la siepe, 04-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Grande classico, un legal thriller d'antan in un america molto cupa. Una società schematica, in cui per alcuni può essere più facile morire che continuare a vivere.
Una società che a Scout va stretta, ma che deve accettare se un giorno vorrà essere capace, come suo padre, di cambiarla.
Il volto di Atticus Finch perde presto nella mia mente le sembianze di un giovane Gregory Peck per assumere quelle di un uomo più maturo, meno affascinante ma solido come una roccia. Un romanzo delicato e duro, come una bambina cresciuta nel Sud degli Stati Uniti, in pieno conflitto razziale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il buio oltre la siepe, 12-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Per rispetto al libro e alle tematiche di cui tratta, non si dovrebbe votare. Un libro come questo non può essere votato, perché è un pilastro della letteratura contemporanea, ancora oggi ha tanto da dire. Chi non lo apprezza vuol dire che non ha capito niente nemmeno della vita.
Una storia di razzismo, di crescita, di dolore.
Leggetelo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il buio oltre la siepe, 04-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La fama di questo libro ne ha preceduto la mia lettura. In questo romanzo si viene proiettati in una sorta di salto temporale che riporta indietro nel tempo, a quando non si avevano troppe preoccupazioni per la testa se non quella di come trascorrere l'estate dopo la fine della scuola, quali giochi fare, come comportarsi con i grandi, e i piccoli misteri o paure che si annidavano dietro ogni angolo buio pronti a saltarci addosso... Si ritorna bambini.
L'autrice lo fa dipingendo un quadro a tinte delicate - leggero e incisivo allo stesso tempo -, ma senza dimenticare che accanto alla giovinezza spensierata dei due protagonisti, Scout e Jem, ci sono sempre i chiaroscuri del mondo degli adulti con le proprie regole. E in quelle di questa storia si respira l'intolleranza di un Alabama degli anni 30, fatta di gente dalla pelle bianca in cima alla scala e di gente dalla pelle nera che non può neanche salirne il primo gradino... Quello più basso.
Il tema del razzismo e del suo legame con la giustizia viene tratteggiato con tocco lieve, centrando un'atmosfera che suscita riflessione e tristezza senza evocare facili pietismi.

Le varie situazioni vedono i protagonisti affrontare la vita con l'appoggio morale del loro padre, Atticus: avvocato incaricato di difendere un ragazzo di colore accusato di stupro, Uomo prima ancora che genitore, presente quando serve e con la fermezza di sfidare un modo di pensare ottuso anche quando sa che perderà prima ancora di cominciare; con il suo comportamento e i suoi consigli (ci) mostrerà quanto male si annida dietro le ipocrisie e la loro visione distruttiva della vita.
Questo è il coraggio ed egli - ai miei occhi - diventa eroe, umano di un'umanità che emoziona il cuore.

Il titolo inglese originale è To Kill a Mockingbird'e si riferisce ad un ragazzo, Boo, quasi inesistente fino al finale; si rivelerà cruciale per le sorti della famiglia Finch.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il buio oltre la siepe (32)