€ 8.93€ 9.50
    Risparmi: € 0.57 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Buio a mezzogiorno

Buio a mezzogiorno

di Arthur Koestler

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Nicolaj Salmanovic Rubasciov è un commissario politico dell'Unione Societica durante la dittatura di Stalin. Il suo compito è quello di scoprire e interrogare gli avversari del regime. Un giorno però Rubasciov cade in disgrazia a sarà lui a subire tutti gli aberranti trattamenti a cui sottoponeva le sue vittime.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Buio a mezzogiorno acquistano anche Generazione perduta di Vera Brittain € 13.60
Buio a mezzogiorno
aggiungi
Generazione perduta
aggiungi
€ 22.53

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Arthur Koestler:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4.2 di 5 su 5 recensioni)

3.0Non sono riuscito ad appassionarmi fino in fondo, 07-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Non mi ha fatto riflettere su niente in particolare e simpatizzare nel personaggio è davvero difficile; un romanzo da leggere "a piccole dosi", uno scampolo del periodo delle purghe staliniane sicuramente lucido dal punto di vista storico. L'aspetto più interessante potrebbe essere la pacatezza con cui il protagonista dialoga, non un "eroe" che difende i suoi ideali con tutto se stesso e a gran voce, ma un uomo che analizza le situazioni, i suoi pensieri, le mette in discussione, le confuta.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il valore dell'essere lberi, 07-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo, scritto nel 1940, che meglio di un saggio descrive gli aspetti disumani del totalitarismo sovietico. E che indaga la sottile perversione che intercorre tra carceriere-carnefice e la sua vittima, anche confondendone i ruoli.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Angosciante, 13-03-2011, ritenuta utile da 1 utente su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro sulle purghe staliniane di una freddezza e di un realismo angoscianti.
Koestler riesce a trasmettere in maniera perfetta il terrore, la disumanizzazione, l'irrealismo tragico di quegli anni nei quali si poteva finire sotto processo senza conoscere neppure l'accusa ma purtroppo, al momento dell'arresto, si conosceva perfettamente l'esito del processo stesso: la morte.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Le contraddizioni di un regime totalitario, 26-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro tratta la storia di Rubasciov, alto funzionario del governo sovietico, che accusato, ingiustamente, di tradimento viene condannato a morte. Il presente volume mostra chiaramente le contraddizioni del regime comunista russo che, durante il periodo staliniano, mise a morte la stessa struttura portante dello stato, togliendo la vita a funzionari ed a persone comuni, le quali, il più delle volte, si autoaccusavano, a causa delle atroci sofferenze, cui erano sottoposti dalle autorità competenti. Ad oggi, volendo formulare un giudizio sul presente volume, potremmo, senz'altro, affermare che l'autore, attraverso questa critica, mira a sottolineare le contraddizioni e l'estinzione, cui il male andrà, prima o poi, incontro, attraverso la luce irradiata dal bene.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0meraviglioso, 15-08-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
libro capitale sulla caduta della rivoluzione nello sterile indottrinamento narrata da un intellettuale quale protagonista e vittima. piacerà a chi non è alla ricerca di giudizi ma di un esempio di materialismo storico
Ritieni utile questa recensione? SI NO