€ 17.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Breve storia dei trattori in lingua ucraina

Breve storia dei trattori in lingua ucraina

di Marina Lewycka

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Omnibus
  • Traduttore: Sponzilli L. M.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2005
  • EAN: 9788804548027
  • ISBN: 8804548029
  • Pagine: 320
Quando Nikolaj Mayevsky - un anziano ucraino ottantaquattrenne, emigrato in Inghilterra nel 1943 - comunica alle figlie che a due anni dalla morte dell'amata moglie si risposerà con Valentina, un'esplosiva e procace ucraina di soli trentasei anni, in famiglia scoppia il putiferio. Nadia e Vera sono due sorelle assai diverse tra loro e non si parlano da quando la madre è morta, ma di fronte a una simile notizia, non possono far altro che allearsi e cercare di contenere i danni. Valentina, è ben chiaro, cerca solo una sistemazione in Inghilterra e un passaporto che le permetta di fuggire dal suo paese d'origine. E per far questo è disposta a tutto. Una radiografia dei Paesi dell'Est prima e dopo la caduta del comunismo.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 3 recensioni)

4.0Una dolce storia, 01-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Una trama dolcissima con un argomento piu' che mai attuale: l'amore tra una persona anziana ed la giovane che lo accudisce. Un ultraottantenne che ritrova forza, energia e voglia di vivere perche' ha incontrato lei che lo fa sognare.
La sposa, le regala tutto e si fa nemica tutta la famiglia. I figli pensano che lui sia vecchio e non sia adatto per questa nuova vita. Lui sogna, ritorna nel mondo di tutti i giorni e poi risogna e intanto scrive un libro che parla di trattori e lo scrive in ucraino: lui e' esperto di trattori.
Vi consiglio di leggerlo anche per imparare a guardare gli anziani con altri occhi e sperando di diventare anche noi anziani.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Credevo fosse amore e invece era un trattore, 06-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro divertente ma che sa essere anche toccante.
La narratrice/scrittrice (ucraina) si prende gioco sia dei tic e dell'immaginario degli immigrati ucraini in Inghilterra sia dell'immagine che gli inglesi hanno di quest'ultimi.
Un gioco di specchi che riesce a non scivolare nel banale e che prende comunque in considerazione anche le pagine più amare e tristi della storia e della società contemporanea.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Carino, 02-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Una storia carina e scorrevole inframezzata da spiegazioni tecniche (o quasi) sui trattori.
Ritieni utile questa recensione? SI NO