€ 9.77€ 11.50
    Risparmi: € 1.73 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Bravo, burro!

Bravo, burro!

di John Fante, Rudolph Borchert

4.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi. Stile libero extra
  • Illustratori: Hirsh M.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2010
  • EAN: 9788806203276
  • ISBN: 8806203274
  • Pagine: XIII-114
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
È la storia, allegra e toccante, di un bambino e del suo asinelio coraggioso. E di una formidabile alleanza che permetterà di ricondurre al suo recinto un meraviglioso toro da combattimento e redimere un padre alla deriva. Ambientata in un Messico da favola, bonario e festevole, trafelato e pittoresco e, in fondo, anche un po' "italiano", in origine avrebbe dovuto servire da base per un episodio di It's All True, il grande progetto cinematografico interrotto di Orson Welles, e fu scritta da Fante in collaborazione con lo sceneggiatore Rudolph Borchert e arricchita dalle illustrazioni di Marilyn Hirsh. Un Fante "diverso", in apparenza. In realtà, un testo che più fantiano sarebbe difficile immaginare: centrato, come nella saga di Bandini, sul difficile rapporto tra padre e figlio, e di pieno umorismo, di commovente umanità.

Note su John Fante

John Fante è nato a Denver, in Colorado, l’8 aprile del 1909. Figlio di un immigrato italiano proveniente dalla provincia di Chieti e di una donna nata a Chicago da genitori di origini italiane, John Fante, dopo il diploma, comincia a svolgere lavori precari. Nel 1930 l povertà e le incomprensioni con la famiglia lo spingono a trasferirsi a Los Angeles. Si iscrive all’Università ma non è costante nello studio. L’esperienza tuttavia lo avvicina alla scrittura. Dimostra subito talento, tanto che i primi racconti vengono pubblicati e viene assunto da alcune riviste. Durante gli anni Trenta, anche a Hollywood notano il suo talento, e John Fante inizia a lavorare come sceneggiatore, lavoro che lui non apprezza ma che gli consente la sicurezza economica. Il suo primo romanzo è del 1934 e si intitola “La strada per Los Angeles”, con protagonista Arturo Bandini, personaggio che sarà al centro di una serie di successo, tra cui figura il romanzo dai tratti autobiografici “Chiedi alla polvere”, del 1939, forse l’opera più conosciuta di John Fante. Nel 1937 sposa Joyce Smart, dalla quale avrà 4 bambini. Durante la guerra smette di scrivere, per poi riprendere nel 1952, quando pubblica “Una vita piena”. Nel 1977 si ammala di diabete. Nel 1978 Fante incontra Charles Bukowski, il quale stima moltissimo il lavoro dello scrittore italo-americano e gli chiede di ristampare “Chiedi alla polvere”, inserendo una sua prefazione. Bukowski, per spingere la sua casa editrice a ripubblicare le opere di Fante, arrivò a minacciare di non consegnare loro altre sue opere. Intanto la malattia di Fante si aggrava, diventa cieco e gli vengono amputate le gambe. L’ultimo romanzo, che Fante detta alla moglie, è “Sogni di Bunker Hill”, del 1982, opera che chiude la saga del suo alter ego Arturo Bandini. E’ morto a Los Angeles l’8 maggio del 1983. Successivamente, numerose opere di John Fante sono state trasposte per il cinema, tra cui anche “Chiedi alla polvere”, in un film del 2006 prodotto da Tom Cruise e con l’interpretazione di Colin Farrell, Salma Hayek e Donald Sutherland.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Bravo, burro! acquistano anche Il ritmo dell'asino. Piccolo omaggio a ciuchi, vecchi somari e altri asinelli di Mélanie Delloye € 8.07
Bravo, burro!
aggiungi
Il ritmo dell'asino. Piccolo omaggio a ciuchi, vecchi somari e altri asinelli
aggiungi
€ 17.84

Prodotti correlati:

I libri più venduti di John Fante:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Bravo, burro! e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

5.0Divertente e commovente, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un altro John Fante divertente e a tratti commovente che narra la storia di un ragazzino e del suo asinello. Un legame di cura e di forza da entrambe le parti per allontanare pregiudizi e timori.
Testo adatto per ogni età, giovani e adulti, consigliato anche alle scuole per far cogliere i significati di vita evidenziati magicamente dagli autori.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Stupendo, 15-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un racconto basato sul difficile rapporto tra padre e figlio che riesce ad unire umorismo e sentimenti creando così una storia divertente e toccante che riesce a commuovere un pò tutti, non solo i nostri bambini.
In Messico vive un bambino insieme a suo padre e al suo asinello... Purtroppo il padre sembra ormai un uomo perso, ma sarà proprio il figlio insieme al suo asinello a liberare quest'uomo dal dolore che lo accompagna.
Lo consiglio!
Ritieni utile questa recensione? SI NO