Il bene comune della Terra

Il bene comune della Terra

4.0

di Vandana Shiva


  • Prezzo: € 14.00
  • Nostro prezzo: € 11.90
  • Risparmi: € 2.10 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Vandana Shiva è una scienziata ambientalista nota in tutto il mondo, tra gli esponenti di spicco del movimento democratico globale. In questo libro, Shiva fa il punto su quelle battaglie che anche grazie al suo contributo hanno assunto un rilievo internazionale - la lotta contro la privatizzazione delle risorse naturali, i brevetti sul vivente e l'impiego di organismi geneticamente modificati in agricoltura e nella produzione alimentare riconducendole a un progetto politico, economico e culturale di democratizzazione della globalità. L'autrice delinea dunque una alternativa alla globalizzazione economica, che giudica responsabile non soltanto della catastrofe ecologica imminente, ma anche dell'avvento dei fondamentalismi politici e religiosi. Vandana Shiva considera i brevetti sul vivente e la privatizzazione delle risorse naturali come l'ultima frontiera di un colonialismo che aveva cominciato a manifestarsi già nel Sedicesimo secolo con la recinzione delle terre comuni britanniche. La privatizzazione delle risorse comuni, insieme alla progressiva erosione dei beni e dei servizi pubblici e all'indebolimento dei meccanismi democratici di controllo dell'economia, costituiscono una grave minaccia in termini di sostenibilità ecologica e di sopravvivenza sociale.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

4.0Un agricoltura diversa, 29-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Indagine molto bella sull'impatto dell'agricoltura multinazionale e industralizzata, dal mito del cibo a basso prezzo all'atrocità contronatura delle coltivazioni dai semi sterili della Bayer. La ricerca si allarga alla capacità delle realtà comunitarie, sia economiche che politiche, di conservare il "public trust" e della meritocrazia locale come primo requisito per poter difendere l'ambiente in un mondo in cui le multinazionali esautorano i governi nazionali, decidendo cosa produciamo, cosa mangiamo, quale acqua beviamo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il bene comune della terra, 12-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
C'è molto di Vandana Shiva dentro questo interessantissimo libro: ci sono le sue lotte, la sua passione, la sua formazione, possiamo dire che c'è la sua vita. In ogni caso per chi non conoscesse il personaggio, il testo è un ottimo inizio per una riflessione sul concetto oggi colpevolmente abbandonato di "bene comune".
Ritieni utile questa recensione? SI NO