Cerca
 
 

Il barone rampante

Il barone rampante

di Italo Calvino


  • Prezzo: € 9.50
  • Nostro prezzo: € 7.12
  • Risparmi: € 2.38 (25%)
Spedizione a 1€  Spedizione con Corriere a solo 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.0
Disponibilità immediata
Ordina entro 59 ore e 30 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedi 28 Ottobre (Scopri come)
RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 7 beenz o più. Scopri come
Aggiungi al carrello

Questo prodotto appartiene alla promozione
Mondadori Top 100


Descrizione

Il narratore ripercorre la lunga vicenda del fratello, Cosimo di Rondò, vissuto nella seconda metà del XVIII secolo a Ombrosa, in Liguria. Cosimo, per sfuggire a una punizione inflittagli dai suoi educatori, decide di salire su un albero per non ridiscendere mai più. Cosimo si costruisce un mondo aereo dove diversi personaggi della cultura e della politica (Napoleone compreso) lo vanno a trovare, testimoniandogli la loro ammirazione. Vive anche una tormentata storia d'amore con la volubile Viola. Cosimo muore vecchio, senza mai discendere in terra: ammalato, in punto di morte, si aggrappa alla fune di una mongolfiera e scompare mentre attraversa, così appeso, il mare.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il barone rampante acquistano anche Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani € 7.65
Il barone rampante
aggiungi
Il giardino dei Finzi-Contini
aggiungi
€ 14.77

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti


Scrivi una nuova recensione su Il barone rampante e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.1 di 5 su 20 recensioni)


3.0Il barone rampante, 28-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 10
di D. Perissinotto - leggi tutte le sue recensioni

In questo romanzo Italo Calvino mette in evidenza il distacco esistente nella società contemporanea fra l'intellettuale e la società. L'intellettuale è rappresentato dal protagonista il quale decide di vivere sugli alberi, separato dalla società e dalla sua famiglia. Tutto ha inizio da una discussione avvenuta fra Cosimo e il padre durante il pranzo.

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0Ottimo classico per ragazzi , 24-05-2012
di A. Gabetti - leggi tutte le sue recensioni

Il barone rampante è uno dei libri di Calvino che amo di più. Narra la storia di Cosimo, ragazzino che stufo dei rimproveri dei genitori, delle regole ferree, si ribella e sale su un albero, promettendo di non scendere mai più da lì. Manterrà la promessa e si stabilir nel bosco, creandosi una vita tutta particolare e speciale, senza mia isolarsi dalla vita del paese e mostrandoci personaggi, fatti e avvenimenti con semplicit e freschezza. Il finale poi l'ho trovato veramente bello e commovente, ricco di spunti di riflessione.

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0Il barone rampante, 16-05-2012
di N. Serrano - leggi tutte le sue recensioni

Questo libro narra le vicende di un nobile ragazzino ribelle e testardo che a 12 anni sale su un albero per non toccare più terra per il resto della sua vita. Un libro magico che ci fa vivere da vicino un'avventura tanto incredibile quanto meravigliosa e che, sotto sotto, ognuno di noi vorrebbe essere in grado di compiere.

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0Un classico , 07-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di M. Bocchetti - leggi tutte le sue recensioni

Questo libro dovrebbe raggiungere lo status di "classico", infatti, l'autore riesce a far passare un grande messaggio scrivendo una storia al limite del paradossale. Con il suo classico stile Calvino, dipinge la storia di un ragazzo che sceglie di vivere su un albero per non scendere più, anche con questa decisione non viene isolato dal mondo ma la sua grande umanità lo farà accettare dal resto della comunità.

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Bellissimo, 23-03-2012
di G. Noè - leggi tutte le sue recensioni

Direi che tra i libri che ho letto di Italo Calvino, questo è il romanzo che mi è piaciuto di più. Forse perché l'idea di raccontare la storia del protagonista Cosimo, il quale decide di vivere su un albero e di non scendere più, l'ho trovata intrigante e anche un po' folle. Ma tutti i racconti di questo autore presentano un pizzico di follia e forse è questo che attrae il lettore.

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Gran romanzo calviniano, 19-03-2012
di S. Zanini - leggi tutte le sue recensioni

Un classico moderno, romanzo fantasioso ma di forte denuncia sociale. Il barone rampante fa parte della cosiddetta trilogia araldica (insieme a "Il visconte dimezzato" e "Il cavaliere inesistente") che ha reso celebre, a buon diritto, Calvino. Adatto a tutte le età, sa far riflettere e sa far ridere, grazie all'immancabile ironia dell'autore.

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Un capolavoro, 13-03-2012
di V. Braido - leggi tutte le sue recensioni

"Il barone rampante" è uno di quei classici della letteratura intramontabili, adatto sia ai grandi che ai più piccoli. Il libro fa letteralmente sognare e immaginare di essere sugli alberi con Cosimo per vivere le sue innumerevoli avventure e conoscere i suoi bizzarri amici. Inoltre lo stile di Calvino è ineguagliabile. Un libro che non può mancare in nessuna biblioteca!

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Per me bellissimo davvero, 08-02-2012, ritenuta utile da 59 utenti su 66
di C. Mugnai - leggi tutte le sue recensioni

Libro letto la prima volta quando ero una studentessa e riletto anni dopo sempre con la stessa gioia. A me è piaciuto tanto, non lo considero né noioso né tantomeno poco stimolante, anzi. Mai, come scritto in una precedente recensione, rinunciare ad essere sé stessi e lasciarsi piegare dal conformismo.
Davvero una storia che mi ha sempre affascinata molto, quindi la consiglio a tutte le fasce d'età perchè trovo che sia un'opera senza tempo.


Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


1.0Il barone rampante, 06-02-2012, ritenuta utile da 9 utenti su 90
di S. Murgia - leggi tutte le sue recensioni

Un libro che non ho mai amato. Negli anni ho cercato di prenderlo in mano più volte, ma senza risultati, non ho mai finito di leggerlo, e non so neanche io il perchè, ma l'ho sempre trovato terribilmente noioso e poco stimolante. Sono arrivata sempre e solo all'incirca alla metà senza mai riuscire a progredire, io vi consiglio di provare a leggerlo, ma secondo il mio parere non è un bel libro per ragazzi.

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


3.0Il barone rampante, 26-09-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 5
di G. Lamanna - leggi tutte le sue recensioni

E' un romanzo gagliardo, anche se è quello che della trilogia mi è piaciuto di meno, opera ambientata in un immaginario paese della riviera ligure, Ombrosa e connotata dalla vicenda del primogenito del barone Arminio Piovasco di Rondò, Cosimo, che ancora fanciullo, a seguito di un litigio avvenuto il 15 giugno 1767, decide di punto in bianco di andare a vivere sugli alberi. La storia è narrata dal fratello minore Biagio che invece preferisce restarsene nella casa patrizia, pur invidiando la scelta di campo di Cosimo.
Detta così può sembrare la vicenda dello scemo di paese o di un fenomeno da baraccone, ma la figura di questo arboricolo si staglia netta in una serie di personaggi godibilissimi, vere e proprie caricature, e in un intreccio di fatti che gradualmente finiscono per il coinvolgere il lettore, al punto di desiderare di poter godere della stessa immensa libertà.
Cosimo è per alcuni un originale, per altri un pazzo, ma in effetti rappresenta la massima aspirazione per una vita slegata dalle consuetudini, da qualsiasi cerimoniale e scevra da leggi e laccioli, tranne quelli della natura.
Non è improbabile, anzi penso sia più che possibile che l'arboricolo sia l'alter ego di Calvino stesso. Del resto, il personaggio presenta comuni caratteristiche, quali quelle di essere un intellettuale e di battersi in favore della povera gente, che lo capisce infatti, al punto che, divenuto vecchio e malato, lo assiste amorevolmente, sempre senza che lui, da quando salì sugli alberi quella prima volta, debba mettere i piedi per terra.
Questo desiderio di elevarsi dal mondo, di essere solo e unicamente padrone di se stesso, trova poi una geniale conclusione nella sua dipartita, una toccante ascesa in cielo.


Ritieni utile questa recensione? SI  NO