€ 8.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il banchiere dei poveri

Il banchiere dei poveri

di Muhammad Yunus

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Universale economica
  • Edizione: 5
  • Traduttore: Dornetti E.
  • Data di Pubblicazione: marzo 2009
  • EAN: 9788807815836
  • ISBN: 8807815834
  • Pagine: 280
Nel 1977 Muhammad Yunus ha fondato la Grameen Bank, un istituto di credito indipendente che pratica il microcredito senza garanzie. Da più di venti anni lavora ad ampliare la Grameen che, oltre ad essere presente in 36000 villagi del Bangladesh, è oggi diffusa in 57 paesi di ogni parte del mondo. La banca presta denaro ai più poveri tra i poveri, a coloro che non hanno nulla da offrire in garanzia e quindi sono respinti dagli altri istituti di credito. Grazie alla sua politica del microcredito a tassi bonificati, centinaia di migliaia di persone si sono affrancate dall'usura e hanno gradualmente allargato la loro base economica. Il tasso di restituzione alla Grameen è di oltre il 90 per cento.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 3 recensioni)

4.0Come aiutare veramente i poveri, 30-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Non serve fare l'elemosina e poi non curarsi più dei poveri, dei veri poveri. Quelli che con 2000 taka si costruivano una vita nuova, con pochi centesimi di euro vivono per giorni. Muhammad è riuscito a fare una cosa straordinaria. Il microcredito serve veramente per sconfiggere la povertà, per dare una nuova vita ai poveri.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il banchiere dei poveri, 23-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Così profondo e ben scrito da avere tanti e dei più diversi motivi di lettura. Leggerlo per commuoversi della storia di Sufia Begum, rileggerlo per capire molti motivi della povertà nel mondo. Leggerlo ancora per interrogarsi sul perchè il credito nel mondo è fatto con criteri astratti di garanzia patrimoniale (così si permettono Enron e Parmalat) e non con i principi delle ben più solide garanzie morali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il banchiere dei poveri, 08-02-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
"Il banchiere dei poveri" è la storia di Yunus y della sua banca Grameen; Yunus si laurea in economia in una delle migliori Università del Bangladesh e dopo diversi Master negli USA ritorna nel suo Paese per dirigere il dipartimento di Econimia dell'Università della sua città. Dopo un poco si rende conto che la teoria studiata nelle aule ben climatizzate della facoltà sono lontane mille anni dalla pratica e dalla povertà circostante. Una povertà latente, una povertà fondata sull'ottusità delle banche tradizionali e dall'impossibilità di poter finanziare la gente più povera ovvero gran parte della popolazione del Bangladesh. Yunus inizia con delle piccole filiali a distribuire piccolissime somme (da restituire in rate settimanali) e si accorge che con queste somme la gente può migliorare l propria vita. In pochi anni Grameen diventa una realtà importante non solo in Bangladesh, ma in moltissimi Paesi in via di svilutto (ed anche sviluppato), la struttura non si occupa solo di microcredito, ma apre a 360 ogni possiblità di sviluppo per i poveri (telecominicazioni, strutture di formazione, ecc.).
Ritieni utile questa recensione? SI NO