€ 18.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il banchiere del diavolo

Il banchiere del diavolo

di Christopher Reich

5.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Omnibus
  • Traduttore: Spinelli P.
  • Data di Pubblicazione: aprile 2006
  • EAN: 9788804552970
  • ISBN: 8804552972
  • Pagine: 403
Adam Chapel, nella sua prima missione sul campo, sta seguendo una pista di riciclaggio di denaro finora nascosta da terroristi arabi. Al momento di fare irruzione nei locali finalmente identificati i sospetti fanno scoppiare una bomba che ucciderà tutta la sua squadra. Chapel non si dà per vinto e ricomincerà, tra enormi difficoltà, la ricerca dell'organizzazione segreta assieme a Sarah Churchill, una spia molto attraente d'incerta lealtà. La misteriosa associazione fa capo a un genio della finanza, Marc Gabriel, che utilizza per riconvertire il denaro illegittimo sofisticatissimi espedienti finanziari.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Il banchiere del diavolo, 15-02-2013, ritenuta utile da 2 utenti su 10
di - leggi tutte le sue recensioni
L'agente Sarah Churchill, nome in codice "Emerald", sta pedinando già da un pò Abu Mohammed Sayeed, alias "Omar", un incallito terrorista mettendosi così sulle tracce di un grosso trasferimento di soldi che dal Pakistan deve giungere a Parigi.
Quest'operazione capitanata da un'organizzazione americana ben munita ed attrezzata tecnologicamente, non ha lo scopo di recuperare i soldi, di losca provenienza: riciclaggio di denaro, contrabbando di oro, traffico di droga, pirateria informatica e commercio di diamanti sono solo alcune delle operazioni svolte a sostenere ma al tempo stesso celare il terrorismo islamico. Ma bensì di arrivare alle menti criminali che hanno progettato il tutto e scoprirne il perchè.
A capo della squadra di Parigi c'è Adam Chapel, un'analista finanziario, non un uomo tutto muscoli come ci si aspetterebbe di trovare ma un genio della finanza, che in fatto di numeri sa il fatto suo.
Si scopre che a manovrare il tutto è un nuovo gruppo terrorista islamico: Hijira, immischiato in finanziamenti clandestini atti a finanziare un attacco agli Usa.
Da come si sono messe le cose è opportuno e doveroso formare una task force antiterrorista denominata Blood Money. Adam e Sarah, loro malgrado, si troveranno così a lavorare insieme, a stretto contatto, con loro operava anche il capitano Leclerc. Il trio non simpatizzava affatto, ognuno ha un proprio modo d'agire che è in netto contrasto con gli altri eppure dovevano collaborare per rendere possibile la loro riuscita.
Ma in un mondo dove tutto è tenuto in piedi dal denaro e dal falso potere che esso dà, dove il falso fanatismo la fà da padrone, dove la Hijira ha cellule ovunque anche nella neonata Blood Money; chi vincerà questa guerra, i buoni o i cattivi? A scapito o a favore di chi? Una corsa sul filo del rasoio, che terrà con il fiato sospeso il lettore, fino all'ultima riga.
Ritieni utile questa recensione? SI NO