€ 7.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

La bambola dell'alchimista
€ 8.50 € 7.99
Disponibilità immediata
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La bambola dell'alchimista

La bambola dell'alchimista

di Bianca Pitzorno


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Junior -10
  • Edizione: 11
  • Data di Pubblicazione: maggio 1998
  • EAN: 9788804444787
  • ISBN: 8804444789

Note su Bianca Pitzorno

Bianca Pitzorno è nata a Sassari il 12 agosto del 1942. Dopo aver conseguito il diploma di maturità, si è iscrittta all’università dove ha ottenuto la laurea in lettere classiche. In seguito si è specializzata in Cinema e Televisioni presso la Scuola Superiore delle Comunicazioni. Ha lavorato per la RAI, occupandosi di programmi culturali e per ragazzi. Ha svolto altri numerosi lavori, tra cui quello di archeologa, autrice di testi teatrali, sceneggiatrice, editor, insegnante e traduttrice. Ha esordito nella narrativa nel 1970, con il volume dal titolo “Il grande raduno dei cow boy”. In seguito ha continuato a pubblicare numerosi romanzi e saggi, sia per bambini sia per adulti. Profonda conoscitrice del mondo dell’infanzia, il suo stile narrativo è caratterizzato da realismo e umorismo. Ha ricevuto la laurea honoris causa in Scienze della Formazione all’Università di Bologna. Oltre ai numerosi premi ricevuti, è stata anche finalista al Premio internazionale Hans Christian Andersen, conferito dall’IBBY (International Board onBook for Young People), uno dei riconoscimenti più prestigiosi nel mondo della letteratura per l’infanzia. Bianca Pitzorno è molto attiva nel sociale, è ambasciatrice UNICEF e spesso si reca a Cuba, dove collabora con le istituzioni culturali dell’isola.
 

Voto medio del prodotto:  1.0 (1 di 5 su 1 recensione)

1.0Poco educativo, 10-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
L'idea della bambola che deposita lingotti d'oro nel pannolino può essere esilarante e invogliare i bambini alla lettura. Ma trovo triste deprimente che una madre detesti il suo bambino, desideri averlo sempre fuori dai piedi, perché ha di meglio da fare che occuparsene, e che sia felice che lui si trasferisca in albergo. La soluzione? Anche la madre va a stare al Grand Hotel, in un'altra stanza e a fare la mantenuta della bambola prodigiosa. Un messaggio sociale tristissimo, che descrive adulti parassiti e vuoti di affetti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO