€ 9.35€ 11.00
    Risparmi: € 1.65 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Dei bambini non si sa niente

Dei bambini non si sa niente

di Simona Vinci

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi. Stile libero
  • Data di Pubblicazione: giugno 2009
  • EAN: 9788806200299
  • ISBN: 8806200291
  • Pagine: 169
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Questo romanzo di una esordiente racconta la storia, tutta vista dall'interno, di un eden infantile, dove anche il sesso è innocenza, che si corrompe progressivamente attraverso l'irruzione della perversione degli adulti con foto sempre più spinte. E' il bambino più grande del gruppo, il tirannico Mirko, a introdurle nei giochi che si tengono in un capannone di periferia.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Dei bambini non si sa niente acquistano anche La prima verità di Simona Vinci € 17.00
Dei bambini non si sa niente
aggiungi
La prima verità
aggiungi
€ 26.35

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Simona Vinci:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 4 recensioni)

3.0A parte il titolo meraviglioso... , 11-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
... E la meravigliosa citazione in esergo, quello che qui c'è di meglio sono certe descrizioni di paesaggi e almeno una scena di una sgradevolezza così forte che mi ha fatto sentire fisicamente male (non posso dire qual è perché è uno snodo essenziale della storia). Che purtroppo è esilina alquanto, con personaggi un po' (un po' tanto) sbozzati, più che delineati con quella nettezza che l'autrice troverà più tardi, in "Brother and Sister" e soprattutto nel romanzo "Strada Provinciale Tre" (quello sì, bello davvero).
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Simona Vinci ed i bambini, 09-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un gruppo di ragazzini, i mille segreti dell'infanzia che trascolora nella prima adolescenza, i tanti non-detto che sanno di proibito, di peccato, di colpa. La scoperta del sesso è un mezzo di affrancamento da un'età in cui non ci si riconosce più e l'accesso traumatico al mondo dei grandi. Un libro durissimo, feroce, spietato e colmo al contempo di partecipata apprensione, di pudica delicatezza, in un equilibrio unico e vivo. Un pugno nello stomaco all'ipocrisia di chi non vuole vedere la realtà dietro il perbenismo della nostra quotidianità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Dei bambini non si sa niente, 06-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho fatto un poco di fatica ad entrare nel libro, vuoi a causa di una scrittura che non mi ha preso sin da subito (anche se con la Vinci solitamente mi trovo bene). Detto questo, una volta entrati nelle vicende di questo gruppo di ragazzi, le cose per i lettori non si mettono in modo facile: i più saranno infastiditi, io ho letto il tutto come la degenerazione di qualcosa di naturale. Da notare però come la degenerazione non venga dai ragazzi stessi ma, molto spesso, dal mondo adulto. Un libro complesso, che ad una prima occhiata potrebbe infastidirvi ma che, andando più a fondo, colpirà duro al vostro stomaco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Dei bambini non si sa niente, 08-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Traumatico. Un sasso in un placido stagno. Nonostante sia considerato un caso letterario, penso non abbia ricevuto il giusto riconoscimento ( stesso discorso per "Il giardino di cemento" di Ian McEwan ). Forse perchè strappa quella patina di naturale dolcezza con la quale tutti noi avvolgiamo i nostri bambini. Ma se, come ci insegnano religioni e filosofie, tutto è amore, vuol dire anche che tutto può essere orrore, paura. La sottile membrana che divide questi due mondi è sempre, pericolosamente sotto assedio, a qualsiasi età. Con una differenza sostanziale, secondo me ovviamente: non si può applicare un giudizio morale a un bambino di 8, 9 o 10 anni. Ognuno di noi ha vissuto momenti liminari, è arrivato sul ciglio di un burrone, è molto facile quando si è piccoli e soli con la propria ignoranza del mondo. Ma Simona Vinci spiega perfettamente come l' inevitabile crescere possa essere più o meno crudele, ma sempre e comunque traumatico
Ritieni utile questa recensione? SI NO