€ 7.05€ 7.50
    Risparmi: € 0.45 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La bambina perduta

La bambina perduta

di Maria Venturi

4.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Paola ha solo undici anni quando viene violentata da un amico della madre: la sua infanzia è distrutta. Non ha mai osato confessarlo al marito Michele, e questo silenzio l'ha fatta sentire immeritevole della sua stima e del suo amore. Così quando un'altra donna entra nella loro vita, Paola dapprima si rassegna: deve subire l'abbandono del marito come allora subì l'assalto della Bestia. Ma presto si risveglia in lei la capacità di reagire: per salvare il suo matrimonio deve riemergere dal buco nero delle paure, delle finzioni e dei rancori in cui si è smarrita. Lo farà attraverso una lucida e dolorosa autoanalisi, fino a quando la bambina perduta riuscirà a ritrovare se stessa diventando una donna completa e serena.

Note su Maria Venturi

Maria Venturi è nata a Firenze il 1° agosto del 1933. Da giovane si è trasferita a Brescia, dove ha iniziato a dedicarsi alla narrativa. Ancora diciassettenne partecipa ad un concorso letterario, dove si aggiudica il primo premio con una raccolta di liriche. A venticinque anni prova a compiere il grande passo inviando un racconto alla casa editrice Einaudi. A risponderle è Italo Calvino, il quale invita Maria Venturi a a coltivare il suo talento e a continuare a scrivere. Conseguita la laurea in Lettere antiche, inizia a dedicarsi al giornalismo, alternando tale attività con quella di autrice di bestseller. È stata direttrice di Novella 2000 e ha collaborato con alcune importante riviste italiane. Alcuni dei romanzi scritti da Maria Venturi, sono stati adattati per la TV, diventando sceneggiati televisivi di successo.
 

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 19 recensioni)

3.0Credibile, 21-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Se non fosse per la sua brevità, questo romanzo di Maria Venturi meriterebbe un voto molto più alto, perchè è riuscito a raccontare la storia di un abuso terribile senza melodrammi. La storia è molto semplice e diretta, e porta a profonde e inevitabili riflessioni sugli strascichi terribilI delle violenze sessuali, che feriscono ben più di un corpo e Paola lo dimostra con il suo carattere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Doveva essere meglio, 08-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La Venturi è indubbiamente un'ottima narratrice, però in questo romanzo ha tralasciato l'approfondimento emotivo della storia. Ho notato molta freddezza nel modo in cui viene raccontato questo dramma, troppe poche emozioni causate da uno stile eccessivamente impersonale. Eppure di libri così se ne avrebbe proprio bisogno, perchè ci vuole coraggio nel raccontare gli abusi terribili che capitano ai bambini.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Consigliato, 18-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Secondo me, la Venturi è una scrittrice molto brava che però a volte si ferma prima ancora di aver cominciato ad indagare veramente nell'anima delle persone. L'analisi caratteriale di Paola risulta incompleta, a causa della brevità di una storia che meritava molte più pagine per apparire chiara e approfondita. Ad ogni modo, penso che la lettura sia ugualmente consigliata perchè di violenza fra le mura domestiche se ne parla ancora troppo poco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Vale la lettura, 18-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Una storia di un'intensità devastante che ripercorre con drammatica chiarezza la storia di Paola, donna adulta intrappolata in un matrimonio che si regge su bugie e lunghi silenzi, Paola infatti non riesce a reggere l'intimità matrimoniale e allontana gradualmente il marito che si ritrova fra le braccia di un'altra donna. Paola è una superstite, una persona ferita da un orribile episodio di violenza sessuale subita quando aveva undici anni dal compagno della madre. Paola confessa alla madre lo stupro solo dopo anni di disperato silenzio, e poi prosegue con la sua vita senza superare davvero la violenza, ma limitandosi ad accantonarla nella mente. A distanza di anni, Paola però deve fare i conti con il suo passato e raccontare la verità a suo marito, se veramente vuole recuperare il loro rapporto. Paola è uno dei personaggi femminili più coraggiosi della Venturi, una scrittrice bravissima che riesce sempre a mostrare il lato più autentico dei sentimenti umani. Questo libro non raggiunge un giudizio del tutto positivo solo perchè non è stato sviluppato come avrei voluto, e per il finale che lascia spazio a troppe domande.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un libro duro, 15-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro durissimo da leggere, che racconta la storia di Paola una bambina divenuta poi donna, che all'età di undici anni è stata vittima di uno stupro da parte del compagno della madre. Paola non troverà il coraggio di parlarne con nessuno, nemmeno con sua madre con la quale ha un rapporto fatto di freddezza e incomprensioni. Ad un certo punto della sua vita però, Paola capisce che il silenzio ha minato la sua stabilità emotiva e l'unico modo per guarire dall'orrore è parlarne. Un libro che meritava di essere approfondito di più, lo stile della Venturi è buono però poco coinvolgente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Poco approfondito, 14-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un tentativo apprezzabile ma non completamente riuscito, di estrapolare l'orrore e il dolore dall'animo lacerato di una donna vittima di una violenza da bambina.
La brevità del testo certamente non consente di poter afferrare con precisione e nitidezza l'angoscia e la tragicità di questa vita distrutta.
Una storia che consiglio ugualmente, specialmente alle donne che sono sicura sapranno cogliere ogni sfumatura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un romanzo che ti tocca il cuore, 15-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Non c'è assolutamente nulla di scontato in questo libro, ma al contrario è molto toccante ed esprime con assoluta nitidezza il dolore silente ma straziante di un'esistenza violata nel periodo più grandioso della vita: l'infanzia.
Paola per sopravvivere decide di tenersi tutto dentro, di non parlarne nemmeno con la madre, perché certe cose sono così dolorose che non ci sono parole per esprimerle, e così Paola commette l'errore di rimanere in silenzio e sarà quel silenzio a compromettere la sua felicità, fino a quando un giorno la vita esigerà chiarezza.
E per Paola comincerà un nuovo cammino, fatto della libertà che si ottiene solo dicendo la verità e ammettendo con se stessa che chi subisce la violenza è vittima in tutto e per tutto e che non ci sono alibi per i mostri.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un racconto doloroso, 11-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Maria Venturi riesce con questo libro a raccontarci con delicatezza e sincerità la storia dolorosissima di una donna, Paola che da bambina ha dovuto subire il più tremendo degli abusi.
L'infanzia di Paola finisce infatti il giorno in cui il suo patrigno la violenta, e per lei comincia il dramma della paura e della solitudine emotiva, che renderà estremamente difficile fidarsi di se stessa e degli uomini.
Ora Paola per salvare il suo matrimonio, dovrà percorrere la via del ricordo per rinascere come donna nuova.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una storia dolorosa, 10-03-2011, ritenuta utile da 1 utente su 7
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia di Paola, che a undici anni viene violentata dal compagno della madre. Da quel giorno per lei comincerà un percorso di vita fatto di dolore e repulsione verso il sesso, che la porterà ad un matrimonio privo della sincerità giusta per decollare e a quel punto la donna sarà costretta a decidere se affrontare o meno i demoni del passato, per essere finalmente libera dall'orrore.
Una Venturi coraggiosa, che ci racconta una storia dolorosamente reale e purtroppo non così rara.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Doloroso, 06-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia terribile è veritiera di una bambina violata dal suo patrigno.
Per Paola sarà difficile ammettere l'abuso, anche quando diventerà moglie e madre il suo segreto la accompagnerà, redimendo la sua personalità.
La storia ci insegna che l'unico modo per dimenticare, è ricordare e Paola dovrà ricostruire il suo passato per essere felice nel futuro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bello, 02-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Scrittura mnoiltoi lineare e chiara, il libro non risulta mai pesantre, l'0autrice esamina bene i sentimenti della bambin e della e descrive con grande realismo le scene di violenza
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Breve racconto di una rinascita dall'orrore, 16-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro breve ma bello nel senso più intimo del termine.
La storia infatti non è propriamente bella, anzi è un racconto duro e lancinante quello della Venturi che ci parla di una bambina che viene strappata al mondo delle favole per cadere in una realtà popolata da orchi tristemente reali.
Lo stupro è già un evento terribile, ma viverlo a undici anni credo che sia come una macchia che aggredisce la personalità e qualsiasi sogno che si dovrebbe vivere a quell'età.
Paola da bambina diventa donna, ma quell'orrore è ancora vivo e Paola lo rivive ogni volta che fa l'amore con suo marito e per questo inevitabilmente si allontana da lui e lo spinge tra le braccia di un'altra donna.
E' troppo tardi per ritornare ad essere una donna nuova?
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La bambina perduta (19)