La bambina perduta

La bambina perduta

4.5

di Maria Venturi


  • Prezzo: € 7.20
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Paola ha solo undici anni quando viene violentata da un amico della madre: la sua infanzia è distrutta. Non ha mai osato confessarlo al marito Michele, e questo silenzio l'ha fatta sentire immeritevole della sua stima e del suo amore. Così quando un'altra donna entra nella loro vita, Paola dapprima si rassegna: deve subire l'abbandono del marito come allora subì l'assalto della Bestia. Ma presto si risveglia in lei la capacità di reagire: per salvare il suo matrimonio deve riemergere dal buco nero delle paure, delle finzioni e dei rancori in cui si è smarrita. Lo farà attraverso una lucida e dolorosa autoanalisi, fino a quando la bambina perduta riuscirà a ritrovare se stessa diventando una donna completa e serena.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Maria Venturi:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.4 di 5 su 10 recensioni)

4.0Doloroso, 06-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia terribile è veritiera di una bambina violata dal suo patrigno.
Per Paola sarà difficile ammettere l'abuso, anche quando diventerà moglie e madre il suo segreto la accompagnerà, redimendo la sua personalità.
La storia ci insegna che l'unico modo per dimenticare, è ricordare e Paola dovrà ricostruire il suo passato per essere felice nel futuro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bello, 02-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Scrittura mnoiltoi lineare e chiara, il libro non risulta mai pesantre, l'0autrice esamina bene i sentimenti della bambin e della e descrive con grande realismo le scene di violenza
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Breve racconto di una rinascita dall'orrore, 16-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro breve ma bello nel senso più intimo del termine.
La storia infatti non è propriamente bella, anzi è un racconto duro e lancinante quello della Venturi che ci parla di una bambina che viene strappata al mondo delle favole per cadere in una realtà popolata da orchi tristemente reali.
Lo stupro è già un evento terribile, ma viverlo a undici anni credo che sia come una macchia che aggredisce la personalità e qualsiasi sogno che si dovrebbe vivere a quell'età.
Paola da bambina diventa donna, ma quell'orrore è ancora vivo e Paola lo rivive ogni volta che fa l'amore con suo marito e per questo inevitabilmente si allontana da lui e lo spinge tra le braccia di un'altra donna.
E' troppo tardi per ritornare ad essere una donna nuova?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Profonda Venturi, 17-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Paola è una donna sposata e ha una figlia che adora,eppure nel suo passato c'è un ricordo che non è mai riuscita a rimuovere,un ricordo atroce che risale ai suoi undici anni.Paola infatti fu violentata dal compagno della madre e dunque privata della sua innocenza di bambina;quell'abuso ha lasciato in Paola diffidenza e una naturale repulsione verso il sesso.
Quando il suo matrimonio entra in crisi Paola capisce di dover affrontare il suo passato per riprendersi finalmente la vita che le è stata rubata.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Commovente e triste, 02-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro coraggioso questo,che racconta la terribile e disumana esperienza dello stupro.
Soprattutto perchè a subirlo è una bambina,che viene brutalmente strappata al mondo delle favole e trascinata nell'inferno di un mondo sporco.
La Venturi in questo libro che pur essendo breve,è assolutamente denso di emozioni alcune negative,altre positive ma tutte essenzialmente forti,mette in luce l'aspetto più brutto della violenza:la diffidenza che rimane dopo.
Una diffidenza che Paola continuerà a provare anche dopo diversi anni e che condizionerà la sua vita,almeno fino a quando qualcosa la spingerà a scavare in fondo al suo dramma per poterne finalmente uscire.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Brillante stile, 20-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Maria Venturi è una delle scrittrici italiane che preferisco, il suo stile è inconfondibile e i suoi romanzi sono semplici ma con un elevato spessore morale.
Questo libro è ben scritto e affronta una tematica difficile e cruda: lo stupro.
Specialmente perchè a subirlo è Paola, una bambina di undici anni, che dopo aver subito ripetute molestie dal patrigno,viene violentata.
Il libro ripercorre la vita di Paola bambina, attraverso il racconto della Paola ormai donna,sposata e con una figlia.
Un trauma così profondo è ovviamente incancellabile, e questo evento la perseguiterà ovunque e dovunque...almeno fino a quando Paola non deciderà di affrontare finalmente il suo passato, risvegliandosi dall'incubo che ormai la perseguita da troppo tempo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una donna perduta, 13-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La bambina perduta è Paola, stuprata ad undici anni e privata della sua infanzia e della donna che poteva diventare senza il mostro.
Sono passati vent'anni e Paola, non è più una bambina ma in qualche modo è rimasta bloccata in un tempo che non è riuscito a far scorrere, e proprio quando il suo matrimonio precipita in una grave crisi, Paola riuscirà a trovare il coraggio di reagire e di affrontare i demoni del passato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Libro vero, 08-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
"Uno stupro è per sempre.Col tempo puoi rimuovere l'aggressione di un ladro,le percosse di un amante,il terribile impatto con un'auto pirata che ti investe,il proiettile di uno bandito che ti si conficca nella carne:sono esperienze al di fuori della norma che rientrano nella sfera della criminalità e dell'odio e perciò la stessa quotidianità le esorcizza come disgraziate e irripetibili.
Lo stupro no".
Maria Venturi è molto abile nel descrivere i dolori,le mancanze e le speranze umane.
Questo libro racconta il dolore di una bambina perduta,perduta come la sua innocenza che le viene portata via ad undici anni dal patrigno,che la violenta.
La scrittura è scorrevole e commovente,penetrante e al tempo stesso delicata.
Un libro da leggere senza ombra di dubbio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0la bambina perduta, 29-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro, crudo ma al contempo reale e di semplice lettura. Paola è una ragazzina quando viene violentata, la descrizione dell'atto visto dagli occhi di una bambina è descritto in maniera lineare e corretta per l'età della fanciulla.
Ma si sa, eventi di questo genere non vengono dimenticati, e anche nell'età adulta, una volta sposata questo mostro ritorna, il dolore soppresso e mai raccontato riemerge è il momento giusto per raccontarlo?
Libro carino.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0bellissimo, 19-07-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Una lettura piacevolissima.
Il libro è scritto benissimo, in modo semplice e lineare.
Devo dire che l'autrice non si perde in descrizioni inutili e ostiche ne in dettagli ma racconta i fatti nella loro essenza.
Perfetta la descrizione delle violenze viste dagli occhi di un'adolescente.
Bellissimo il collegamento con la storia del tradimento.
Storia molto realistica e vera.
Ritieni utile questa recensione? SI NO