Arte, percezione e realtà. Come pensiamo le immagini

Arte, percezione e realtà. Come pensiamo le immagini

3.0

di Ernst H. Gombrich, Julian Hochberg, Max Black


  • Prezzo: € 18.00
  • Nostro prezzo: € 15.30
  • Risparmi: € 2.70 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Il volume, pubblicato per la prima volta da Einaudi nel 1972, raccoglie tre saggi, rispettivamente dello storico dell'arte Ernst H. Gombrich, dello psicologo Julian Hochberg e del filosofo Max Blach. I tre studiosi affrontano il tema dei diversi modi di percepire le immagini, pittoriche e fotografiche in particolare: un interrogarsi sui problemi riguardanti la natura della rappresentazione nell'arte che diventa occasione di un dibattito interdisciplinare.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Ernst H. Gombrich:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 2 recensioni)

3.0Arte, percezione e realtà, 20-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ritengo che "Arte, percezione e realtà" sia un libro molto interessante che analizza le immagini da un punto di vista scientifico - psicologico. Il saggio di Gombrich, dal titolo "La maschera e la faccia" affronta il tema della percezione che l'uomo ha della fisionomia di un volto sia nella vita, sia nella sua riproduzione in un'immagine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un'ottimo saggio, 22-07-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Il sottotitolo di questo libro è: "Come pensiamo le immagini" e infatti sono pagine che interesseranno a chi ne vuole sapere di più sul mondo dell'arte, non da un punto di vista storico critico, ma scientifico-psicologico. Il saggio di Gombrich, forse quello più pregnante, si occupa della percezione della fisionomia di un volto sia nella vita che nell'arte. Hochberg analizza le teorie tradizionali della percezione -come la prospettiva-; e, infine, Black si occupa della distinzione tra una cosa raffigurata e una rappresentata. Molto tecnico, per veri appassionati.
Ritieni utile questa recensione? SI NO