€ 17.00
Fuori catalogo - Non ordinabile

Disponibile in altre edizioni:

L' arte contemporanea. Da Cézanne alle ultime tendenze
€ 18.00 € 15.30
Disponibilità immediata solo 1pz.
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
L' arte contemporanea. Da Cézanne alle ultime tendenze

L' arte contemporanea. Da Cézanne alle ultime tendenze

di Renato Barilli


Fuori catalogo - Non ordinabile
Questa storia dell'arte contemporanea offre una sintesi peculiare: l'intento dell'opera non è quello di privilegiare le singole personalità, ma di risalire ogni volta al nocciolo dei problemi, non solo in riferimento alla vita interna dell'arte, ma anche in collegamento con altri aspetti della cultura del nostro tempo, articolata nel livello "alto" delle idee e in quello basso-materiale della tecnologia. Il cammino dell'arte contemporanea è visto, in sostanza, come la tensione dialettica tra due modelli, l'uno dei quali volto a raggiungere una sintonia tra la sensibilità dell'uomo e una tecnologia di specie meccanica, mentre l'altro modello si ispira all'avvento dell'elettronica, tratto caratterizzante del postmoderno.

Note su Renato Barilli

Renato Barilli è nato a Bologna il 18 agosto del 1935. Nel 1956 ha vinto una borsa di studio al Collegio Ventoroli e, dopo aver conseguito la laurea in Lettere nel 1958, divenne uno dei membri del gruppo ’63, partecipando al movimento artistico della neoavanguardia degli anni Sessanta. Durante gli anni Settanta è stato docente universitario. Nel 1970 ha ottenuto la cattedra di Estetica dell’Università di Bologna e nel 1972, sempre presso la medesima università, ha insegnato Arte Contemporanea. Dal 1980 è stato professore ordinario di Fenomenologia degli stili presso il DAMS, di cui è anche stato direttore del dipartimento di Arti Visive. Ha cessato la sua attività di docente nel 2011, rimanendo professore emerito dell’Università di Bologna. Nel 1998 ha vinto il Premio Feronia-Città di Fiano per la critica militante. E’ autore di numerosi saggi relativi alla storia dell’arte e alla critica letteraria. La sua attività in qualità di saggista si è concentrata sullo studio dell’arte e della letteratura contemporanea e sul Postmoderno. E’ stato inoltre il curatore di numerose mostre. E’ stato uno dei pionieri nell’utilizzo dei computer e dei nuovi media nell’ambito artistico. Assieme alla Transavanguardia del critico d’arte Achille Bonito Oliva, ha promosso gli artisti italiani facenti parte del gruppo da lui definito i “Nuovi-nuovi”.

 

Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Non per tutti, 19-04-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi sembra che Barilli abbia affrontato la tematica dell'arte contemporanea con un taglio simile alle teorie più conosciute, alla luce delle interpretazioni di McLuhan, un "culturologo" canadese che unisce l'arte alla tecnologia, ma per comprenderlo a pieno serve, credo, una certa esperienza in questo argomento e avere alle spalle una certa erudizione artistica già consolidata, non è una lettura semplice per tutti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO