Archeologia del presente

Archeologia del presente

3.0

di Sebastiano Vassalli


  • Prezzo: € 14.46
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Attraverso la vita di Leo e Michela, il romanzo di Vassalli rievoca i momenti di protesta e le battaglie civili degli ultimi trent'anni di storia. Per chi ha vissuto le rivolte studentesche, il femminismo, l'antipsichiatria, le battaglie pacifiste e più recentemente i movimenti ecologisti, il volontariato nei paesi in guerra, l'impegno nell'accoglienza degli extracomunitari, il romanzo sarà un'occasione per confrontare le proprie illusioni e delusioni con quelle dei due protagonisti. Per chi è troppo giovane per aver vissuto consapevolmente queste vicende, sarà un percorso di conoscenza attraverso i miti delle generazioni precedenti.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Sebastiano Vassalli:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 2 recensioni)

3.0A dir poco disfattista, 02-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un bel racconto, forse troppo disincantato, sulla generazione che doveva rivoluzionare il mondo e che forse ci è riuscita, ma in peggio. Si tratta della vicenda di due giovani sessantottini e delle loro avventure, delle loro gioie e delle loro tragedie lungo il corso della vita. Molto ben scritta, piacevole da leggere, questa romanzo è forse però portatore di un messaggio troppo negativo o disilluso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Archeologia del presente, 08-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un'altra Italia, e altri italiani, raccontati da Vassalli nella sua ossessione di scrittore e di storico. Il recente passato del nostro paese riletti con ironia, se non con sarcasmo, attraverso le gesta di una coppia che, dopo essere stati studenti, si trasformano in una sfilza di ex (ex sessantottini, ex pacifisti, ex politici, ecc.) con i fallimenti e le tristezze che ne conseguono. Qualche stereotipo di troppo (i contestatori contestano perchè ricchi, e quindi se lo permettono perchè non hanno altro di cui preoccuparsi...), molte didascalie che lo fanno diventare parodia di un'epoca e di una generazione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO