Ricerca Veloce:    
Ricerca Avanzata
 

Antologia di Spoon River. Testo inglese a fronte. Ediz. integrale

Antologia di Spoon River. Testo inglese a fronte. Ediz. integrale

di E. Lee Masters


  • Prezzo: € 7.00
  • Nostro prezzo: € 6.65
  • Risparmi: € 0.35 (5%)
Spedizione a 1€  Spedizione con Corriere a solo 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.5
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 7 beenz o più. Scopri come
Aggiungi al carrello

Descrizione

Nell'Antologia di Spoon River E. L. Masters richiama alla vita, con grande limpidità espressiva, i personaggi di una città di fantasmi che sembrano giacere ormai quieti dietro le lapidi di un erboso cimitero del Midwest. Ognuno racconta la sua storia e dà voce agli intrighi, alle ipocrisie e ai tormenti di un'esistenza repressa nelle abitudini e nel conformismo. Ne risulta un indimenticabile atto d'accusa contro lo stile di vita dell'America provinciale e puritana che ha il timbro crudo di una voce tagliente, che si consegna al tempo.

Dettagli del libro italiano


Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Antologia di Spoon River. Testo inglese a fronte. Ediz. integrale acquistano anche Il giovane Holden di Jerome D. Salinger € 10.20
Antologia di Spoon River. Testo inglese a fronte. Ediz. integrale
aggiungi
Il giovane Holden
aggiungi
€ 16.85

Altri utenti hanno acquistato anche:

 

Recensioni degli utenti


Scrivi una nuova recensione su Antologia di Spoon River. Testo inglese a fronte. Ediz. integrale e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 17 recensioni)


4.0Emblematico, 18-09-2012
di C. Casarosa - leggi tutte le sue recensioni

«Come sono differenti le persone nella loro vera essenza e nel loro intimo rispetto a quello che appaiono! In questo caleidoscopio di personaggi ognuno può ritrovare una parte di sé stesso e delle persone che gli stanno intorno. Quante falsità, compromessi, raggiri economici, ingiustizie ci sfilano davanti agli occhi e sembrano far riferimento a persone ed avvenimenti dei nostri giorni e non di un secolo fa. Senz'altro molto più godibili, per me, i primi due terzi del libro in quanto l'ultima parte diviene nettamente più metafisica e spirituale, più poetica forse, ma con riferimenti e descrizioni che almeno io non sempre sono riuscito a capire ed apprezzare. Dopo aver letto il libro ascoltate o riascoltatene l'interpretazione di De André nell'album "Non al denaro, non all'amore né al cielo".»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Una finestra, 29-05-2012
di V. Lorello - leggi tutte le sue recensioni

«Antologia di Spoon River è come una finestra in un micromondo. Come l'accesso a tante realtà umane che si dispiegano nel modo più sincero e spietato possibile, rivelando la precarietà dell'esistenza, la relatività dei rapporti umani e la loro complicatezza. Ad un tratto leggi prosa e storia, ad un tratto leggi versi e poesia.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0Capolavoro, 29-02-2012
di F. Farnè - leggi tutte le sue recensioni

«Una raccolta di epitaffi che mi fa venire alla mente delle opere di letteratura greca antica, che tanto ha affascinato gli autori anglosassoni. Una delle opere più riuscite della letteratura americana e che tutti dovrebbero avere nella propria libreria. Consigliato in lingua originale. Personalmente leggevo, aprendo casualmente il libro, qualche poesia ogni giorno. Non a caso Cesare Pavese, Fernanda Pivano, e poi De André hanno tanto apprezzato quest'opera.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0I morti parlano dalla collina, 16-02-2012
di M. Benetti - leggi tutte le sue recensioni

«Gli abitanti del villaggio di Spoon River "dormono" sulla collina. E da lassù parlano ai posteri con i loro epitaffi. Da lassù raccontano le loro vite, con parole sincere, rivelando finalmente le miserie, le cattiverie, i segreti, i fallimenti, i rimpianti delle loro vite passate. Un libro malinconico, da leggere e gustare poco per volta.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Spoon river, 20-01-2012
di I. Funicelli - leggi tutte le sue recensioni

«A Spoon River sorge il cimitero del paese, ma non è una necropoli come le altre, in questo luogo i morti parlano ai i vivi con dei versi dedicati alle loro vite passate. Molte poesie sono collegate tra loro, infatti molti personaggi sono protagonisti di una stessa storia, e mi è piaciuta l'idea di descrivere le varie vicende con punti di vista differenti.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Una piccola umanità, 01-10-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di D. Leo - leggi tutte le sue recensioni

«È un testo bellissimo cui la fama rende giustizia. La particolarità sta tutta nel descrivere differenti tipologie di uomini, che si ripetono, ad onda, in tutte le generazioni (il medico, il matto, il chimico... ) con le loro virtù e debolezze e senza sconti per nessuno. La genialità sta nel vederli e raccontarli attraverso gli epitaffi delle loro pietre tombali, quasi a ricordare che, buoni o cattivi, tutti quanti poi facciamo la stessa fine e che poi, visti attraverso una lastra di marmo ed una vecchia foto, siamo forse più veri e più ingenui di quanto volessimo apparire in vita.
Non stupisce se l'insuperabile Fabrizio De Andrè, attento alla dimensione umana ed al significato della vita e della morte, se ne sia innamorato e ne abbia tratto un intero album, peraltro magnifico.
»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Capolavori letterari perduti, 09-08-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di B. Longo - leggi tutte le sue recensioni

«Credo che non ci sia bisogno di presentare questo piccolo capolavoro letterario che spesso, nella nostra cultura italiana frettolosa e discontinua, viene relegato nel dimenticatoio e nemmeno presentato in tutta la sua bellezza alle nuove generazioni. La liricità cruda di questo autore, capace di narrare vividamente ciò che gli accade attorno, non può che trasportare il lettore in un mondo parallelo dove le vite scorrono in un susseguirsi di eventi.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0La verità non è mai una sola, 08-07-2011
di F. Parigina - leggi tutte le sue recensioni

«Le medesime vicende e le vite degli abitanti vengono raccontate tramite ottiche differenti a seconda della fonte. A parlare sono le lapidi degli stessi che, con i loro singolari epitaffi, offrono diverse interpretazioni degli accadimenti, svelano segreti e forniscono giustificazioni, dimostrando che la verità quasi mai è unica ed assoluta.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0Bello., 07-07-2011
di R. Cariga - leggi tutte le sue recensioni

«L'antologia di Spoon River raccoglie una serie di epitaffi che raccontano la vita delle persone un tempo in vita. Ci ritroviamo così a scoprire vari intrecci tra le esistenze di persone defunte, che rendono l'antologia un vero e proprio "romanzo". Naturalmente non può essere definito tale, in quanto sono diciannove storie separate. La mole di personaggi è impressionante ed il bello che è lo scrittore riesce a dare "vita" ad ognuno di loro, curioso se si pensa che i racconti non sono altro che scritte su delle lapidi. »

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Un caleidoscopio di personalità, 26-05-2011
di A. Marchetti - leggi tutte le sue recensioni

«Gli amori, le sconfitte, le delusioni e le rabbie, gli ideali e i vizi raccontati in una serie di epitaffi funebri; un libro stupendo e ricco di significati. In poche righe i defunti, che parlano grazie alla penna dell'autore, ci riassumono la loro vita e ci dicono dove e perché hanno sbagliato. Da leggere assolutamente, molto meglio in lingua originale»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0L'ultimo grido, 22-04-2011
di M. Cardone - leggi tutte le sue recensioni

«Il libro è un viaggio in un luogo solitamente silenzioso, il cimitero della cittadina americana Spoon River, che qui si anima di voci che, dalla staticità e freddezza delle lapidi, fuoriescono calde e vive per raccontare quanto, ancora, nonostante la morte, dura e resiste. Francis, Nellie, Walter, Constance, Pauline, Abel e tutti gli abitanti di Spoon River gridano dalla tomba quella verità che in vita, a causa di ipocrisie, paure, insicurezze, è rimasta celata.
La morte appare, allora, come consolazione, riscatto, conforto, ultimo grido di dolore, ultima, libera, autentica parola.
È un romanzo corale, a metà tra la narrativa e la poesia per il suo offrirsi in versi, scritto con linguaggio semplice e colloquiale, che per la sua capacità di parlare schiettamente all'uomo dell'uomo, ha ispirato innumerevoli autori e artisti, come Fabrizio de André, che nel 1971 ne ha ricavato un disco di successo.
»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Dormono tutti sulla collina, 28-03-2011
di C. Vannucci - leggi tutte le sue recensioni

«Questo libro mi è stato regalato quando avevo dodici anni, e da allora l'ho letto e riletto tante volte. Dentro c'è tutto, le miserie umane, le passioni, la critica ad una società passata ma poi non troppo diversa da quella attuale.
Uno dei capolavori della letteratura americana, imperdibile.
»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


 Leggi anche le altre recensioni su Antologia di Spoon River. Testo inglese a fronte. Ediz. integrale (17)

Ultimi prodotti visti