€ 13.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Antologia di Spoon River. Testo inglese a fronte

Antologia di Spoon River. Testo inglese a fronte

di Edgar Lee Masters

4.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Super ET
  • Edizione: 2
  • Data di Pubblicazione: aprile 2009
  • EAN: 9788806199920
  • ISBN: 8806199927
  • Pagine: XLVI-507
  • Formato: brossura
L'"Antologia di Spoon River" è stata pubblicata per la prima volta da Einaudi nel 1943, tradotta da Fernanda Pivano e scoperta da Cesare Pavese. Da allora sono state fatte innumerevoli edizioni; il numero di copie vendute, da autentico bestseller, è straordinario, soprattutto se si tiene conto del fatto che si tratta di un libro di poesia, tradotto per di più da un'altra lingua. Dal libro sono stati tratti dischi, riduzioni teatrali, musicali, radiofoniche, televisive. E intere generazioni l'hanno scelto come testo da leggere e come oggetto di studio. Con tre scritti di Cesare Pavese.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4.1 di 5 su 9 recensioni)

4.0Poesie-storie di gente comune, 14-05-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
I morti di Spoon River che raccontano la loro storia sono ormai liberi da condizionamenti e paure, sicuri che niente possa più nuocere loro e che non debbano più aspettarsi nulla dalla vita. Perciò possono infine sfogarsi, parlare apertamente servendosi di frasi brevi e incisive, cui Masters ha dato la forma di versi liberi, sciolti e dimessi, una sorta di prosa ritmata e discorsiva che ben si adatta al realismo spregiudicato del contenuto. La tragedia delle anime di Spoon River è mitigata dal sincero dolore del poeta, dalla sua tristezza per il dramma di ogni personaggio, che si inserisce nel destino comune di tutti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Le storie ordinarie dalla collina di Spoon River, 14-05-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
Dalle storie dei variegati personaggi che prendono voce fra le tombe sulla collina di Spoon River sembra quasi che il messaggio ultimo che il poeta vuole consegnare sia pessimista, ma in realtà, al di là delle meschine e sofferte vicende terrene, al di la' della follia del mondo e dell'ironia del destino, resta la fede nel sentimento cristiano dell'amore verso Dio e soprattutto verso gli uomini; la speranza nella possibilità di una redenzione, ottenuta con la volontà di agire cercando di dare un senso giusto e preciso alla propria esistenza, senza aspettare che sia essa a darlo a noi quando ormai è troppo tardi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Antologia di spoon river, 27-04-2012, ritenuta utile da 1 utente su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Una raccolta di pura poesia è quella contenuta in questo libro. Storie che rimangono impresse nella nostra memoria, che ci colpiscono e ci portano a riflettere. E' difficile trovare racconti simili ai nostri giorni, per questo dovremmo leggere quelli del passato senza farli cadere nel dimenticatoio, come questo appunto. Consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Antologia di Spoon River, 03-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Certo che i morti che parlano e ci illuminano sulle loro vicessitudini è stata una grande idea. Un vero classico. Non ti stanchi di leggere gli epitaffi perchè ognuno racchiude verità, saggezza, poesia e struggente nostalgia. Una rassegna di scritte che disegnano un mondo che muore e smpre si rinnova.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Antologia di Spoon River, 06-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Grande classico, anzi, forse l'unico vero grande classico americano, che ho alternato con curiosità e interesse alle mie letture dal momento che si discosta, per la sua forma, da ciò che leggo abitualmente. Si tratta infatti di una raccolta di poesie, ognuna delle quali racconta, sotto forma di iscrizione funebre, la vita di una delle persone sepolte nel cimitero di Spoon River, una cittadina della provincia americana: ognuno di questi personaggi descrive in prima persona la sua stessa esistenza, le sue gioie e i suoi dolori, accennando al modo in cui è morto. E così, tra rimpianti e parole amare, vengono alla luce inganni, misfatti, ombre, vizi e virtù di una cittadina di provincia, specchio dell'umanità intera. Penso che in fondo l'obiettivo di E. L. Masters fosse proprio questo: descrivere, atttraverso le vicende di un microscosmo, l'intera vita umana. Leggere questi stralci di vita mi ha comunicato un senso di malinconia e abbandono, ma anche una sottile angoscia e una vena di oppressione. Triste, spettrale, funereo. Perfetto da leggere ascoltando De Andrè (che so, da queste poesie ha tratto un album intero di canzoni) ma anche, perchè no, la musica di un film horror.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Epitaffi che racchiudono una vita, 07-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
L'antologia di Spoon river ha conosciuto un successo incredibile per una raccolta di poesie: ben 500000 copie vendute. I personaggi sono tanti, e sono gli abitanti di un villaggio. Nei loro epitaffi raccontano qualcosa di loro, danno consigli ai posteri, sparlano fra loro. Anche in un'altra vita, questi personaggi continuano a far parte dello stesso villaggio, e si comportano come tali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Non al denaro, non all'amore né al cielo..., 28-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
E.L.Masters trae ispirazione dall'antologia palatina per questa raccolta che ha venduto ben 500.000 copie, un record per delle poesie.
Tanti cittadini di Spoon River, ormai morti, raccontano la loro vita condensata in un breve epitaffio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Poesie per riflettere, 10-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Di sicuro non è una raccolta classica di poesie d'amore o di gioia. Anzi, queste poesie inducono in chi le legge un velo di malinconia: un sentimento che non si trasforma in tristezza, ma che induce a riflettere su molte cose. I morti prendono la parola un'ultima volta per aiutarci a capire cosa è veramente importante nella vita e che spesso non bisogna rimandare a dopo ciò che potrebbe essere fatto subito... non bisogna tentennare un attimo, ma vivere intensamente senza rimpianti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0i morti che ritornano, 31-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un'antologia di poesie come tante altre? no non è così. Nell'antologia di Spoon River sono i morti che parlano, e ci dicono come hanno vissuto, soprattutto quello che non hanno potuto dire in vita. Un classico
Ritieni utile questa recensione? SI NO