€ 10.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Antologia di Spoon River

Antologia di Spoon River

di E. Lee Masters

4.5

Fuori catalogo - Non ordinabile

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4.3 di 5 su 8 recensioni)

4.0Paradossale e istruttivo, 05-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Antologia di Spoon River è un libro molto particolare, singolare, ironico, sarcastico e drammatico allo stesso tempo. L'autore racconta e tramanda le storie degli abitanti di un paesino, ma la particolarità dei soggetti in questione è che si tratta di persone ormai decedute che si trovano tutte in un cimitero, un luogo immaginario immaginato dall'autore. Tutte questi morti raccontano le proprie storie e la propria vita con disinvoltura e libertà, svincolati ormai dall'idea dell'essere giudicati.
Non ultimo, il fatto che De andrè ha usato alcune delle storie per rielaborarle e presentarle in un suo disco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Insolito e particolare, 15-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Insolita raccolta di poesie del poeta americano Edgar Lee Masters, dove vengono raccontate, in forma di epitaffio, le vite delle persone sepolte nel cimitero di un piccolo paesino della provincia americana. In aggiunta, vi consiglio l'album di Fabrizio De André dal titolo "Non al denaro, non all'amore né al cielo", liberamente tratto da questa antologia, dove nove poesie sono state trasformate in altrettante canzoni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Tutto ciò che resta delle nostre vite, 30-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi ha commossa e stupita: la vita di un intero villaggio (di cui potrebbe far parte ciascuno di noi) ricostruita e raccontata mediante un cimitero, mediante lapidi con poche ma essenziali informazioni, le uniche che contino qualcosa per fare sapere agli altri, vissuti dopo di noi, che anche noi siamo stati nel mondo e gli lasciamo quel poco (o tanto) che viene narrato laconicamente dala nostra lapide.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Antologia di Spoon River, 03-04-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Raccolta "goticheggiante" di poesie "raccontate" dalla parte dei protagonisti... Dei morti! Spoon River è infatti una località dove è insediato un cimitero in cui tutti i personaggi (dalla forte caratterizzazione: l'ubriaco, il buffone...) raccontano le ragioni della loro esistenza. Da leggere accompagnato a "Non al denaro non all'amore nè al cielo" cd di De Andrè ispirato alla raccolta.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Spoon River, 23-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Trovo che l'antologia di Spoon River sia molto sottovalutata. Un racconto formato da tanti piccoli "elogi funebri", la storia di un villaggio ai piedi del fiume Spoon nell'800. Ancora adesso nei paesini girano queste storielle incredibili. Lo consiglio a tutti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Lievemente cupo, ma indubbiamente bello, 11-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Leggendo il libro di Master si ha la sensazione di entrare proprio nelle case degli abitanti del Midwest, nelle loro storie, nelle loro abitudini e nei loro peccati. Tutto questo usando lo spazio di poche righe, un linguaggio tagliente, accattivante e senza dubbio pungente. Forse un po' troppo cupo in alcuni passaggi, ma tutto è finalizzato a denunciare lo stile di vita americano provinciale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Rivisitato da De André, 29-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Opera "innovativa" in cui E. Lee Masters raccoglie le parole possibili, le emozioni e le sensazioni che i suoi concittadini potrebbero pronunciare dopo la morte. Parole, emozioni e sensazioni pure perché pronunciate quando ormai non c'è più nulla da perdere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Come uno scrigno, 14-08-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Non è tanto per il valore letterario che questo è un libro bello, ma soprattutto perché se lo si ha in casa si hanno in casa mille scorci, mille fotografie, mille vite. Ogni epitaffio ci apre alla storia di qualcuno, di tutti i qualcuno che avremmo potuto incontrare, che abbiamo anche incontrato senza saperne niente.
Ogni poesia è una finestra su quel meraviglioso scrigno che è la Vita, dei dettagli che non possiamo vedere.
Come il mondo visto al microscopio, o da Dio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO