Cerca
 
Start
 

Antigone

Antigone

5.0

di Sofocle


  • Prezzo: € 8.50
  • Nostro prezzo: € 7.22
  • Risparmi: € 1.28 (15%)
Normalmente disponibile in 5/6 giorni lavorativi
ATTENZIONE!
Stai ordinando per Natale? Questo prodotto non arriverà in tempo

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 7 beenz o più.   Scopri come
Aggiungi al carrello

Descrizione

Il 'bando' di Antigone condanna" Ismene all'ordine della pˇlis; solo lý potrÓ abitare, non importa sotto quali leggi, suddita per sempre. Nel tempo della pˇlis dovranno instancabilmente cercare occasionali compromessi la prudenza degli anziani e la volontÓ di potenza dei regnanti, la timorosa pietas di Ismene e la paura servile della prima guardia, immagine di quella del plethos, della plebe disprezzata da Antigone. Qui sarÓ chiamato a sopravvivere Creonte, sconfitto insieme al cieco Tiresia. Dura legge e dura prova, la cui necessitÓ la parola tragica enuncia senza ombra di consolazione. E perci˛ il pathos che suscita fa sapere - e solo nel sapere 'guarisce'." (dall'introduzione di Massimo Cacciari)

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Antigone acquistano anche Edipo re-Edipo a Colono-Antigone. Testo greco a fronte di Sofocle € 10.20
Antigone
aggiungi
Edipo re-Edipo a Colono-Antigone. Testo greco a fronte
aggiungi
€ 17.42

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti


Scrivi una nuova recensione su Antigone e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)


5.0Sublime!, 10-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di L. Salvador - leggi tutte le sue recensioni

Una delle tragedie pi¨ belle di Sofocle, se non di tutta l'antica Grecia. Quella che si consuma in questa tragedia Ŕ la lotta per decidere quale tra due tipi di amore sia il pi¨ meritevole: quello per la polis o quello per la famiglia? Sostenitore del primo Ŕ Creonte, re di Tebe, che si oppone ad Antigone, figlia di Edipo, portavoce del secondo amore. A ben vedere le due figure sono complementari, sono come due facce della stessa medaglia: usano le stesse parole attribuendole a cose diverse.

Ritieni utile questa recensione? SI  NO