€ 13.60€ 16.00
    Risparmi: € 2.40 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Un' anima divisa. Storia di Sara

Un' anima divisa. Storia di Sara

di Paolo Crepet

2.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
In una piccola città di provincia, dove tutti sanno e nessuno dice, una storia senza tempo che svela l'anima di un mondo condannato. Sara non sa liberarsi da un padre che la detesta. L'illusione della fuga è ciò che le rimane, mentre la sua famiglia di diabolici avvocati, che stringe nel pugno la città intera, celebra la propria dissoluzione. Sara vive la cattiveria, la grettezza, l'aridità di cui sono capaci gli uomini quando si tratta di tenere le donne nel ruolo che per secoli hanno costruito per loro. La storia di Sara ci fa attraversare questo inferno domestico, affascinati da una ragazza che ne porta, con tenerezza e coraggio, le stimmate. Una metafora della cecità del potere.

Note su Paolo Crepet

Paolo Crepet è nato a Torino il 17 settembre del 1951. Dopo aver acquisito il diploma di maturità, si iscrive all’Università degli Studi di Padova, dove nel 1976 ottiene laurea in Medicina e Chirurgia svolgendo una tesi su un antiepilettico e conseguendo una votazione di 110 e lode. Dopo la laurea è stato per due anni Medico Ricercatore presso un Ospedale psichiatrico di Arezzo. Durante questa esperienza ha vinto una borsa di studio internazionale che gli ha consentito di approfondire i suoi studi nel campo della psichiatria svolgendo ricerche ad Aarhus, Londra, Oxford, Nottingham, Mannheim, Ginevra , Praga,, Chandigar, New Dehli e Agra. Paolo Crepet, iscritto nuovamente all’università, nel 1980 consegue la laurea in Sociologia presso l’Università di Urbino, ottenendo una votazione di 110. Nel 1985 si specializza in Psichiatria all’Università di Padova e da allora svolge la professione di Psichiatria, affiancando a tale attività quella di Docente e di Ricercatore. Crepet nella sua attività si è spesso occupato dei problemi giovanili, di suicidio, dei problemi legati alla disoccupazione e alle varie forme del disagio sociale. Collabora con alcune testate giornalistiche, tra cui Specchio, La Stampa e Anna. Autore di numerosi saggi e articoli scientifici, Paolo Crepet si è anche dedicato alla narrativa. Il primo di Paolo Crepet romanzo è stato pubblicato nel 1997 e si intitola “Solitudini. Memorie d’assenze”.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  2.0 (2 di 5 su 1 recensione)

2.0Non è un'anima divisa!, 22-01-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi piace Crepet non solo per ciò che dice ma per la maniera pacata in cui espone i concetti. Mi è piaciuto "I figli non crescono più" ma il finale della storia di Sara proprio no, perché non era lì che lei doveva finire ma in un qualsiasi altro posto dove avrebbe respirato a pieni polmoni l'odore (il profumo) del riscatto, della rivincita, della vittoria. Sara ha più cultura, intelligenza viva, capacità, conoscenze, ha molto di più rispetto alle donne che l'hanno preceduta (mamma, nonna, bisnonna); Sara può e per questo non può essere sconfitta. Mancano le mille sfumature che le permetterebbero (e che le permetteranno) di salvarsi, come inno alla vita, come grazie dei tanti doni che il Signore le dà, ogni giorno, ma che lei non vuole (sì, perché forse si può forzare il "non essere in grado di") riconoscere. C'è un finale che è d'obbligo: il primo piano sul viso sorridente di Sara, di tutte le Sara.
Ritieni utile questa recensione? SI NO