Ancora un giorno

Ancora un giorno

4.0

di Ryszard Kapuscinski


  • Prezzo: € 6.50
  • Nostro prezzo: € 5.52
  • Risparmi: € 0.98 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 12 beenz o più.   Scopri come

Descrizione

Nel 1975, dopo una guerra di liberazione, l'Angola cessa di essere una colonia portoghese e conquista formalmente l'indipendenza. Ryszard Kapuscinski, che nella sua carriera di reporter ha seguito ben ventisette rivoluzioni, era là anche questa volta. Sono ormai trascorsi molti anni, e a prima vista ci si potrebbe domandare che senso abbia riproporre avvenimenti così lontani. A parte il fatto che quella guerra, anche se pochi lo sanno, non è ancora finita, un libro di Kapuscinski, oltre che una cronaca delle battaglie e dei fatti politici, offre la descrizione di un mondo diverso dal nostro. Intrappolato nell'assedio di Luanda, l'autore narra quello che succede in tempo di guerra in una "città chiusa", dalla quale tutti scappano come topi da una nave che affonda: prima i portoghesi con i loro beni e masserizie, poi i negozianti, la polizia, i tassisti, i barbieri, la nettezza urbana e, infine, anche i cani.


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Ancora un giorno e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Un'africa non idealizzata, 18-03-2012
di T. Grigio - leggi tutte le sue recensioni

Lo stile di Kapuscinski è inimitabile: descrivere i fatti vivendoli dall'interno e mantenendo sempre un certo distacco: niente giudizi storici nè morali. Ho iniziato a leggere "Ancora un giorno" sapevo a stento che l'Angola è stata una colonia portoghese e ora quasi non mi spiego come possa aver ignorato un pezzo di storia così significativo. Senza contare che la bellezza della scrittura e la profondità del pensiero sono ben più che una cornice al lavoro di reportage. E un'altro grande punto è che non c'è una singola sbavatura di presunzione o protagonismo, cosa non facile per questi lavori molto in prima persona. Questo libro, che racconta la tragedia della fine del predominio coloniale portoghese in Angola, è stato scritto oltre 3 decenni ma sembra scritto ieri. Nonostante l'argomento, non certo leggero, una volta iniziata la lettura non puoi più smettere. Semplicemente bellissimo.




4.0In bilico tra la vita e la morte, 11-07-2011
di L. Pizzi - leggi tutte le sue recensioni

Ancora un giorno è un bel romanzo di Kapuscinski, reporter in Angola durante la guerra di liberazione del 1975. L'autore ci racconta in questo libro il clima di attesa e di precarietà, in bilico tra la vita e la morte, della popolazione di Luanda durante la guerra. E' un libro interessante perchè fa luce su eventi poco conosciuti della storia recente e ci racconta la vita di un popolo lacerato dalla guerra. Un libro che consiglio a tutti




product