€ 7.52€ 8.00
    Risparmi: € 0.48 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Anabasi

Anabasi

di Senofonte

5.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
«"Anabasi" racconta l'aspetto più intimo di una guerra. È una marcia di ritorno, è il desiderio delle proprie origini, sono le mille e apparentemente inutili riunioni, diplomazie e reticenze di un esercito di mercenari, ma soprattutto di un esercito di uomini. È il sogno e la nostalgia della pace domestica, ma anche il documento che testimonia come nelle situazioni più estreme l'uomo non perde mai la sua vocazione alla conoscenza.» Mario Desiati



Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Anabasi e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0E tornarono a rivedere il mare, 09-07-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Anabasi è un libro epico e affascinante nello stesso tempo, poichè il lettore viene trasportato sia nella dimensione militare ed eroica dello scontro tra Ciro II - il principe persiano che assolda i mercenari greci dei quali Senofonte faceva parte - e il Gran Re Artaserse II, sia nella scoperta dell'immenso universo geografico e culturale dell'Impero persiano, che agli inizi del IV secolo a. C., epoca nella quale si svolgono tali vicende, rappresentava buona parte del mondo conosciuto.
Senofonte, rappresentante esemplare della visione del mondo di Atene, grazie alla padronanza dello strumento retorico - essenziale nelle dinamiche "democratiche" della polis greca -, allievo di Socrate, erede della tradizione storiografica ionica, assume nell'opera un duplice ruolo: da una parte leader militare che affronta la lotta contro i nemici e i problemi "politici" legati ai rapporti tra i vari capi dei mercenari e i loro soldati; dall'altra intellettuale curioso, che analizza le vicende dinastiche dell'Impero persiano, oppure i costumi e le attitudini diplomatiche e militari delle genti che i diecimila mercenari incontrano durante la loro risalita. Tra i brani del libro di maggior pregio letterario, a mio avviso vi sono: la descrizione della traversata delle terre innevate d'Armenia, di cui Senofonte ci trasmette la sofferenza dei soldati e degli animali schiacciati dalla morsa del gelo e delle nevicate che coprivano come un sudario uomini e cose; l'arrivo dei Greci sulle coste del Mar Nero,col mare che assurge a simbolo dell'agognato ritorno alla patria e agli affetti. L'Anabasi dunque è un testo ancora in grado, nonostante siano trascorsi 2500 anni, di infondere conoscenza ed emozioni, di donare il raffinato piacere della lettura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO