€ 14.02€ 16.50
    Risparmi: € 2.48 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Amore 14

Amore 14

di Federico Moccia

2.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I canguri
  • Data di Pubblicazione: settembre 2008
  • EAN: 9788807701948
  • ISBN: 8807701944
  • Pagine: 304
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Carolina ha quasi quattordici anni. È unica, come lo sono molte ragazze di quell'età. È un momento magico. Ci sono le amiche con cui dividere i giorni e i sogni. Ci sono i primi baci rubati nella penembra del portone. C'è la musica che capita sempre al momento giusto e quelle parole che sembrano sempre parlare di lei. Poi ci sono le feste. C'è la scuola, ci sono gli scherzi tra gli alunni, a quel professore che è un soggetto, ma anche gli esami da preparare. C'è una nonna meravigliosa che la sa guardare in fondo all'anima. C'è un fratello leggendario che aiuta il suo cuore a sognare. E l'amore? Com'è per davvero l'amore? Ha forse gli occhi di Massimiliano, incontrato per caso? È quello l'amore? Chissà... Peccato che Carolina ha perso il cellulare e con il cellulare tutto quello che sapeva di lui. Però non ha dubbi, ritroverà quel ragazzo. E così, mentre sogna di arrivare presto tre metri sopra il cielo, la vita scivola spensierata tra le avventure di ogni giorno, tra le ombre della vita famigliare, ancora lontana dal sospetto e dalla sfiducia, accelera ogni volta che gli affetti le aprono il cuore, si arrampica con agilità sulla speranza, sull'alba, sul futuro. La strada è lì, di fronte a lei, invitante, morbida, infinita. E Carolina è pronta a essere felice.

Note su Federico Moccia

Federico Moccia è nato a Roma il 20 luglio del 1963. Figlio di Giuseppe Moccia, noto regista e sceneggiatore cinematografico, Federico esordì al suo fianco come aiuto regista nel film “Attila flagello di Dio”. Nel 1987 dirige “Palla al centro”, ma il film non ebbe molto successo. Ha poi lavorato come sceneggiatore, occupandosi, tra le altre della sceneggiatura di alcuni episodi de “I ragazzi della 3° C”. Nel 1989 partecipa come regista e sceneggiatore alla serie “College”. Sempre per la TV è autore di numerose trasmissioni, quali “Domenica IN”, “Scommettiamo che?” e “I cervelloni”. Il suo romanzo d’esordio è del 1992, e si intitola “Tre metri sopra il cielo”. Nonostante inizialmente non riesca a trovare un editore disposto a pubblicare la sua opera, Federico Moccia decide di pubblicarlo a sue spese, con una tiratura minima. A distanza di anni però il libro comincia a diffondersi tra gli studenti dei licei romani. Grazie al successo improvviso, “Tre metri sopra il cielo” viene pubblicato dalla casa editrice Feltrinelli e diventa un classico destinato ad un pubblico giovanile. Nel 2004 “Tre metri sopra il cielo” viene trasposto in una versione cinematografica. Con la regia di Luca Lucini e con protagonisti Riccardo Scamarcio e Katy Saunders, il film ottiene il favore del pubblico e rilancia ulteriormente il romanzo di Moccia, che vende milioni di copie in tutta Europa. In seguito, l’autore romano pubblica altri numerosi romanzi, tra cui “Ho voglia di te” (2006), che dà vita ad un altro film, sempre con Scamarcio. Il film rende Scamarcio l’idolo delle adolescenti e dà vita al fenomeno dei lucchetti degli innamorati sul Ponte Milvio di Roma. Il lucchetto posto sul ponte dagli innamorati diventa una moda che da Roma si estende in tutta Italia e poi anche in Europa. Altri romanzi di Moccia sono stati trasposti in versione cinematografica. Nel maggio del 2012, Federico Moccia diventa sindaco di Rosello, in provincia di Chieti.
 

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Federico Moccia:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Amore 14 e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  2.5 (2.3 di 5 su 29 recensioni)

1.0Non mi è piaciuto, 04-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
è un libro privo di senso, irreale. A 14 anni i ragazzi d'oggi non pensano solo a soddisfare incoscientemente i loro desideri sessuali.
Assolutamente errato, a parere mio, questo modo di vedere i giovani. Mortifica chi legge questo libro e si riconosce nella giovane Carolina e negli amici. Legittima chi erroneamente a 14 anni pensa che il sesso sia tutto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Molesto, 29-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro vuoto e troppo irreale. In questo romanzo Moccia descrive gli adolescenti come dei robot che vogliono solo compiere l'atto sessuale e senza un minimo di intellgenza. Giudico questo libro non solo brutto e scontato, ma soprattutto altamente dannoso per quelle schiere di ragazzini che si formano sui romanzi di Moccia. E' giusto che ci sia una variabilità di livelli letterari, ma questa non è nemmeno letteratura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Carino, 07-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Si tratta di un libro che parla di una quattoridcenne che esce con dei ragazzi; una ragazza un po' come tante che cerca l'amore e che è affezzionata alle amiche. Insomma è una storia di una ragazza comune. E' una delle solite storie di Federico Moccia, molto smielata e scontata per certi versi, ma è piacevole da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Bocciato, 05-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Neanche una dodicenne apprezzerebbe questo libro; infatti, oltre ad essere terribilmente noioso, è banale fino al midollo, scritto beceramente e non lascia assolutamente nulla a chi lo legge. Mi è capitato tra le mani per caso e, benché sapessi che Moccia non è classificabile come scrittore, non credevo fino a questi livelli.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Spero fosse solo uno scherzo..., 24-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro è un'offesa ad ogni quattordicenne del pianeta. Oltre al fatto che non si può trovare una frase in italiano. Non che Moccia sia noto per le sue spiccate doti di scrittore, artista o poeta, ma qui ha davvero toccato il fondo.
Ne ho letto solo una parte, poi l'ho abbandonato al suo triste destino, in un angolino della libreria a prender polvere... Magari un giorno si perderà in un trasloco, e sicuramente vivrà avventure più interessanti di quelle che racconta.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Giovanile, 17-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Carolina ha quattordici anni, come è ovvio, e si affaccia per la prima volta al mondo dell'amore. Conosce un ragazzo per caso e se ne innamora perdutamente, ma perde il cellulare e non sa come rintracciarlo. Alla fine ci riesce e vive la sua favola. Quattordici anni sono abbastanza per essere così fortunati da beccare il lieto fine al primo colpo?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Molto... "moccesco", 15-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Carolina, di quasi quattordici anni, è in piena tempesta ormonale. Dopo un appuntamento da sogno con un ragazzo conosciuto in libreria, perde le sue tracce insieme al cellulare che le viene rubato e da quel momento il suo scopo è ritrovarlo. Ma a quell'età, è risaputo, si sentono già grandi e per loro ogni lasciata è persa. Quindi Carolina, mentre cerca il principe azzurro, non disdegna di sbaciucchiarsi gli "scudieri" e gli "stallieri"...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Non mi è piaciuto, 23-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Devo dire che tra tutti i libri di Federico Moccia questo è quello che ho apprezzato meno. La storia è banale e ho sinceramente faticato ad arrivare alla fine.
Si parla di un amore tra giovani ma il tutto è affrontato con uno stile di scrittura forse più adatto a un romanzo per un pubblico più adulto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Amore 14, 08-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro al quanto noioso e banale...
Questo ennesimo libro di Federico Moccia ha come storia centrale la vita di Carolina una ragazzina di quattordici anni che passa le giornate a confidarsi con le sue amiche, a raccontarsi dei primi baci, delle prime esperienze e del rapporto difficile con i genitori.
Questa è l'età in cui ogni cosa sembra catastrofica, ma è anche il periodo in cui tutto appare possibile, perché arriva il primo amore e il sogno diventa finalmente realtà, ogni cosa racconta di sé, ci si ritrova in tutto, persino la musica sembra sempre di noi, e Carolina, come ogni adolescente della sua età, diventa il centro del mondo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Amore 14, 04-11-2011, ritenuta utile da 8 utenti su 134
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro senza pretese, una ragazza 14enne alle prese con le prime esperienze, le amicizie, i primi amori e i vari problemi familiari. Carino e frizzante, nonostante sia giudicato il peggior libro di Moccia, io l'ho apprezzato per la freschezza e la capacità di coinvolgimento a prescindere dall'età del lettore. Ovviamente è più indicato ad un publico di giovannissime, ma non solo, provate a leggerlo, Caro potrebbe anche conquistarvi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Che delusione, 27-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho iniziato a leggere questo libro pensando fosse interessante, ma è stata una vera delusione! L'ho letto quando avevo sedici anni convinta che fosse una storia coinvolgente ma la banalità di questo libro mi ha lasciata veramente senza parole! Molto probabilmente alle ragazzine di 12 13 anni potrebbe piacere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Scoraggiante., 03-09-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto questo libro all'età di 13 anni, un anno più piccola della protagonista.
L'ho trovato: scontato, inutile, stupido. Solo grazie alla mia buona volontà sono riuscita a finirlo di leggere, non amando fermare la lettura di un libro a metà, altrimenti già dalle prime pagina, quando si prospettava una storia del genere, l'avrei bruciato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Amore 14 (29)