Amleto. Testo inglese a fronte

Amleto. Testo inglese a fronte

5.0

di William Shakespeare


  • Prezzo: € 12.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Amleto è l'opera che, più di ogni altra, inaugura la cultura moderna; anzi, per molti versi ne costituisce il mito fondante. Come personaggio "mitico", Amleto dà vita a un soggetto scisso, dilaniato, smarrito. Amleto è scisso, sul piano ideologico, fra fede umanista e scetticismo conoscitivo, fra segno e simulacro, fra cultura cattolica e riformismo protestante. È dilaniato, sul piano psicologico, dalla contesa fra nome del padre e richiamo affettivo della madre, fra passato aureo e presente decadente, fra eros e rifiuto del corpo, fra ragione e follia, fra follia recitata e follia sperimentata. Il titolo viene ripubblicato in una nuova veste editoriale, con la copertina che per l'occasione è stata realizzata da Giuseppe Palumbo.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  5.0 (4.9 di 5 su 7 recensioni)

5.0Amleto (versione bilingue), 29-09-2014, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Claudio, fratello del re di Danimarca, uccide il re, padre di Amleto. Quando il ragazzo scopre che lo zio è il colpevole dell'efferato delitto progetta la vendetta. Fingendosi pazzo cerca di raccogliere tutte le informazioni relative all'omicidio, ma un dubbio lo attanaglia, lo stesso dubbio che genererà uno dei quesiti più famosi che la storia del Teatro ricordi: "essere o non essere?", un monologo universale che forse rappresenta IL monologo in assoluto. La tragedia di Amleto e del suo desiderio di vendetta nei confronti dei responsabili del parricidio è qui -opportunamente - riportata nella versione originale del Bardo e in una traduzione molto bella e molto scorrevole, di facile comprensibilità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La tragedia della vendetta, 05-07-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Elsinore, spalti del castello, un apparizione sconvolge e turba gli animi degli uomini di guardia. Il giovane Amleto decide di investigare sul fantasma. Ma a consiglio con questi giunge a scoprire ben altre verità... "Vi sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ve ne siano nei vostri sistemi dottrinali". Così commenta all'amico l'incontro e, facendogli giurare silenzio sugli eventi a cui ha assistito, il principe di Danimarca inizia a riflettere e a organizzare...

Uno dei capolavori più noti di Shakespeare, assolutamente da leggere e rileggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0C'è del marcio in Danimarca, 27-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il giovane principe Amleto dovrà risolvere il grande enigma della morte del re, suo padre. Dopo l'apparizione del fantasma del defunto genitore, Amleto capisce che il responsabile della morte del re non è altri che suo zio, Claudio, ora diventato il nuovo re. Amleto si servirà proprio del teatro per poter mascherare le azioni malvagie dello zio, mettendo in scena la morte del re e proponendola alla vista di Claudio.
Ecco che la realtà e finzione teatrale si mischiano, vita e morte non sono distinte, fantasmi tornano per chiedere vendetta e principi e principesse, rilegati nelle pareti troppo strette della realtà, sono portati alla pazzia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Con tutto il mio amore, mi affido a voi..., 07-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Credo sia impossibile esprimere un'opinione su un testo che rappresenta la storia delle letteratura teatrale. Pagina dopo pagina si va incontro a un viaggio introspettivo carico di passioni, dubbi (non a caso da qui nasce l'espressione tipica "dubbio amletico"), drammaticità, assassini. Il nostro eroe che pur di rendere giustizia a suo padre, al suo regno... Rinuncia alla sua lucidità, rinuncia al suo amore ed è disposto a tutto pur di uscirne vincitore. Poetico, straziante ma senza dubbio meraviglioso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0To be or not to be, 11-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è il libro più conosciuto al mondo. Chi non avrà citato, parafrasato o letto i versi che lo compongono? Lettura che risale ai tempi scolastici, ma che risulta sempre intelligente e affascinante in ogni suo strofa tragica. Da approfondire col testo a fronte!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Quando genio e follia coesistono, 09-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Come non giudicare geniale questo capolavoro? Davvero, considerando l'epoca in cui fu scritto e, tutt'ora, appare straordinariamente complesso: il complotto, l'avidità di potere a corte, il soprannaturale, la geniale invenzione "metateatrale", l'arguzia, la follia, vera o simulata, del giovane principe spodestato, il conflitto interiore.
Una delle più grandi opere di tutti i tempi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La più famosa tragedia di ogni epoca!, 16-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Secondo molti è la più bella tragedia di ogni tempo, difficile dirlo, senza dubbio però è la più famosa, discussa e replicata. Inutile descriverne la trama, meglio soffermarsi sui personaggi, dal protagonista assoluto, "Amleto", un principe filosofo, desideroso di vendicare la morte del padre, coraggioso, per nulla impulsivo, un eroe "all'antica", come all'antica sono i suoi valori, fino a Claudio, l'usurpatore, subdolo e astuto, un vero maestro di inganni, a mio parere il personaggio più interessante di questa tragedia, non la migliore secondo il mio punto di vista ma senz'altro da leggere e conservare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO