Amleto, Alice e la Traviata

Amleto, Alice e la Traviata

4.5

di Lella Costa


  • Prezzo: € 8.00
  • Nostro prezzo: € 6.80
  • Risparmi: € 1.20 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Dopo "Precise parole", nell'ottobre del 2002 Lella Costa debutta all'Arena Del Sole di Bologna con il suo nuovo spettacolo. Traviata, con la regia di Gabriele Vacis: la tournée si conclude dopo oltre duecentocinquanta repliche e lo spettacolo viene ripreso da Rai 2. Nel gennaio del 2005 debutta a Genova con "Alice, una meraviglia di paese", nato dalla collaborazione con Giorgio Gallione che ne cura anche la regia: lo spettacolo, con testo di Lella Costa, Giorgio Gallione, Massimo Cirri e Adriano Sofri gira in tournée fino a dicembre 2006. Nel gennaio del 2007 Lella Costa debutta infine a Mirandola con "Amleto", di cui è anche autrice insieme a Massimo Cirri e Giorgio Gallione che ne è pure regista: attualmente è impegnata con questa tournée. Quella della Traviata, come dice Lella Costa "è una storia profondamente radicata nel nostro immaginario, nella nostra cultura alta ma anche nella meravigliosa memoria nazional-popolare' che è fatta di libretti d'opera, di loggioni, di arie imparate da bambini in forma di ninnenanne, di frasi improbabili eppure diventate nostre, come una sorta di lessico familiare che riappare imprevisto e imprevedibile". E nella storia di Alice, dice il regista Giorgio Gallione, "potremo scoprire che anche il nostro mondo, come quello di Carroll, è solo un gioco illusorio di ombre e luci... "

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

4.0Pungente, ironico, 21-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Stupenda la trascrizione dello spettacolo "Alice, una meraviglia di Paese", un po' minore quella della Traviata e soprattutto dell'Amleto. Lella Costa é di un umorismo arguto, con la scusa di una buona risata ti fa pensare parecchio. All'interno del volume, inoltre, ho trovato modo di appassionarmi in una sorta di rincorsa al tesoro: ritrovare le citazioni di Lella a De André, Pasolini, Bennato e chiss quanti non ho ho avuto l'abilità di riconoscere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Almeno le parole, 15-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Ineguagliabile l'esperienza di farsi emozionare dall'attrice in teatro. Questo libro, però, restituisce in parte almeno il linguaggio verbale dei suoi potenti, comici, intelligenti e commoventi monologhi. Meraviglioso il finale dell'Alice.
Ritieni utile questa recensione? SI NO