L' amico d'infanzia di Maigret

L' amico d'infanzia di Maigret

4.0

di Georges Simenon


  • Prezzo: € 10.00
  • Nostro prezzo: € 9.50
  • Risparmi: € 0.50 (5%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

In sintesi

Ma che coincidenza: proprio in quella giornata di metà giugno, con l’aria tiepida che entra dalla finestra aperta insieme ai rumori di Parigi, e Maigret che, ipnotizzato da una mosca, non può fare a meno di ripensare a certi giorni lontani in cui «una mosca che svolazzava attorno al suo banco diventava molto più importante della lezione del professore» – ebbene, proprio in quella pigra mattina inondata di sole si presenta al Quai un vecchio compagno di scuola. E non uno qualsiasi: Léon Florentin, il figlio del miglior pasticciere di Moulins, quello che aveva sempre le tasche piene di soldi, ed era sempre così sicuro di sé, così loquace. Quello che in classe poteva inventare gli scherzi peggiori senza essere punito, che riusciva a distorcere i propri lineamenti in smorfie irresistibili, che faceva l’imitazione dei professori dietro le loro spalle suscitando l’ilarità dei compagni. Quando entra nell’ufficio di Maigret, però, Florentin non sembra aver più tanta voglia di fare il pagliaccio: anzi, ha l’aria di uno che se la passa male. All’amico d’infanzia è venuto a chiedere aiuto: poche ore prima, infatti, la donna che lo manteneva da anni è stata uccisa con un colpo di pistola. Lui (almeno così dice: ma dire bugie era un’altra delle sue specialità) se ne stava acquattato nel guardaroba, dove andava a nascondersi ogniqualvolta uno dei «visitatori» abituali della donna arrivava all’improvviso. Una storia non meno squallida che inverosimile, pensa Maigret: che sarà non poco imbarazzato, nel corso di un’indagine aggrovigliata e fangosa, di aver a che fare con quell’ambiguo mascalzone, uno che non gli è mai piaciuto eppure continua a dargli del tu – e che qualcosa, senza che lui neanche se ne renda conto, gli impedisce di sbattere subito in galera.

Note sull'autore

Georges Simenon nacque a Liegi il 13 febbraio 1903. La madre, superstiziosa, decise di registrarlo all'anagrafe come nato il 12 febbraio. Fu uno degli autori più prolifici del XX secolo, in grado di scrivere fino ad ottanta pagine al giorno. Pubblicò sotto diversi pseudonimi, scrisse centinaia di romanzi e racconti e venne tradotto in oltre cinquanta lingue, generando una tiratura complessiva stimabile intorno a settecento milioni di copie. Divenne famoso per aver creato la figura del commissario Maigret, il distinto omone dal carattere scontroso che fu il protagonista di ben settantacinque romanzi e di ventotto racconti. Simenon, nella sua produzione letteraria, si cimentò in diversi generi e sottogeneri letterari. Lo stile dello scrittore belga si caratterizza per la semplicità del vocabolario utilizzato e per le atmosfere molto particolari. Nonostante lo stile scarno, il carattere dei personaggi che abitano le sue storie emerge sempre in maniera decisa e profonda. La particolarità è che, pur utilizzando poche parole, dalle descrizioni degli ambienti e delle persone emerge sempre una scena estremamente nitida e reale. Morì a Losanna il 4 settembre 1989.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano L' amico d'infanzia di Maigret acquistano anche Maigret a Vichy di Georges Simenon € 8.50
L' amico d'infanzia di Maigret
aggiungi
Maigret a Vichy
aggiungi
€ 18.00

I libri più venduti di Georges Simenon:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 4 recensioni)

5.0L'amico d'infanzia di MAigret, 30-05-2012
di R. Roggi - leggi tutte le sue recensioni
Un'indagine che porta su strade tortuose: lo stesso Maigret è impantanato in una storia poco chiara propinatagli da un vecchio compagno di scuola, che è accusatore e al tempo stesso sospettato d'omicidio. Ma c'è qualcosa di stonato, che impedisce al commissario di prendere una decisione che gli pare affrettata. Il suo sesto senso è sempre talento da non sottovalutare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un "Maigret" tutto parigino, 10-05-2012
di L. Marchetti - leggi tutte le sue recensioni
Maigret è una garanzia. Qui si trova di fronte al proprio passato che gli fa reincontrare un ex compagno di scuola come principale indagato per un omicidio. Dì lì l'angosciosa meditazione, oltre che sulla colpevolezza o meno dell'antico compagno, anche su cosa sia ad averli trascinati lì dopo tanti anni: lui commissario e l'altro colpevole. Una lucida visione sul destino.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Simenon non sbaglia mai, 09-08-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di F. Olivi - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo che esalta la scrittura di Simenon Georges. Testo che prende, testo che vorresti leggere tutto d'un fiato, testo che non delude, testo scritto con una maestria eccezionale. Come tutti i libri di Simenon anche in questo romanzo le psicolgie dei personaggi sono curiose, mai banali. Un bel libro da comprare o da regalare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Una grande indagine dell'animo umano, 12-05-2011
di P. Raffo - leggi tutte le sue recensioni
Un grande romanzo della serie "Maigret" dove l'analisi etico psicologica supera quella giudiziaria.
Sono vite apparentemente normali quelle "affidate" ai personaggi di questo bellissimo romanzogiallo di Simenon: una giovane donna, bella, sensuale, dalla doppia vita, che non si innamora mai degli uomini che incontra e cinque uomini, tra cui l'amico di Maigret, che fungerà da cardine nella trama di questo libro dal "sapore" fortemente psicologico, per nulla inquietante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
product