€ 11.47€ 13.50
    Risparmi: € 2.03 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
L' amante

L' amante

di Abraham Yehoshua

4.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Super ET
  • Traduttore: Baehr A.
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2005
  • EAN: 9788806173616
  • ISBN: 8806173618
  • Pagine: 436
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Sullo sfondo di una Haifa scossa dalla guerra del 1973, si dipana lo scenario de L'amante, il più sinceramente israeliano dei romanzi di Yehoshua. L'autore si affida alle voci dei suoi personaggi, ai loro sogni, ai ricordi, ai desideri, alle aspettative: sono le parole di Adam, agiato proprietario di una grande officina meccanica; le riflessioni della figlia Dafi, quindicenne insonne e ribelle; i sogni della moglie Asya, intellettuale precocemente ingrigita; gli stupori di Na'im, giovane operaio arabo; i vaneggiamenti della novantenne Vaduccia; e infine il resoconto stupefatto di Gabriel, l'amante scomparso. Mondi lontani, a dispetto dell'amore; voci tanto vicine quanto diverse siglano l'impossibilità di conoscere veramente chi ci vive accanto.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Abraham Yehoshua:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su L' amante e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (3.9 di 5 su 10 recensioni)

4.0Per l'amore perduto, 29-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
In questo romanzo i protagonisti attraversano una profonda crisi, forse irreversibile, ma Adam, il marito, non sembra rassegnarsi all'infelicità della moglie, tanto che decide di cercare un giovane soldato del quale la moglie si era innamorata. Molte azioni di Adam sembrano incomprensibili e irrazionali, anche a causa della freddezza della moglie, ma in realtà sono dettate da un profondo amore e forse anche da un remoto senso di colpa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0L'amante, 03-09-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Non credo sia il miglior Yehoshua, tuttavia la scrittura è brillante e profonda. Purtroppo ho un pò faticato a finirlo in quanto vi è una certa ripetitività e lentezza espositiva. Ricostruzione a più voci della vita di una famiglia ebraica, ha un incedere compiaciuto che dopo un centinaio di pagine comincia a stancare
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'amante, 19-05-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
L'autore israeliano è dotato di una prosa deliziosa. Regala ai lettori un romanzo corale in cui offre tanti punti di vista sulla stessa vicenda, rendendo così il lettore totalmente partecipe. Regala un romanzo delicato, affascinante, denso e intrigante. Tante vite si intrecciano e Yehoshua riesce a mantenere indipendente il punto di vista di ogni protagonista.
La storia di base è quella che riguarda la ricerca di un amante perduto, del misterioso Gabriel. Si alternano le parole di Adam, agiato proprietario di una grande officina meccanica; le riflessioni della figlia Dafi, quindicenne insonne e ribelle; i sogni della moglie Asya, intellettuale precocemente ingrigita; gli stupori di Na' im, giovane operaio arabo; i vaneggiamenti della novantenne Vaduccia; e infine il resoconto stupefatto di Gabriel, l'amante scomparso. Adam e Asya sono una coppia ormai distante (anche a causa della prematura scomparsa di un figlio) e Adam è felice di regalare ad Asya un po' di serenità e leggerezza portandole in casa un amante a cui dedicarsi. Detto così sembra anche un po' "indelicato", invece l'unico elemento che domina questo libro è proprio la delicatezza.
Mi rammarico di non aver probabilmente saputo apprezzare certe sfumature sociali, ma la storia e lo stile di Yehoshu nel complesso mi sono davvero piaciute.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'amante, 29-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Autore per certi versi (a dire la verità, molti) sorprendente. Primo incontro con Abraham Yehoshua decisamente positivo. Questo è il classico libro che se avesse avuto un'introduzione le avrei dedicato volentieri il mio tempo. Questo perché è talmente denso di sfumature e di livelli di comprensione che sperare di capirli dalla sola lettura (soprattutto senza una buona conoscenza della questione israeliano-palestinese) è pura utopia.
Yehoshua ha una prosa che mi ha incantata. Regala ai lettori un romanzo corale in cui offre tanti punti di vista sulla stessa vicenda, rendendo così il lettore totalmente partecipe. Regala un romanzo delicato, affascinante, denso e intrigante. Tante vite si intrecciano e Yehoshua riesce a mantenere indipendente il punto di vista di ogni protagonista.
La storia di base è quella che riguarda la ricerca di un amante perduto, del misterioso Gabriel. Si alternano le parole di Adam, agiato proprietario di una grande officina meccanica; le riflessioni della figlia Dafi, quindicenne insonne e ribelle; i sogni della moglie Asya, intellettuale precocemente ingrigita; gli stupori di Na' im, giovane operaio arabo; i vaneggiamenti della novantenne Vaduccia; e infine il resoconto stupefatto di Gabriel, l'amante scomparso. Adam e Asya sono una coppia ormai distante (anche a causa della prematura scomparsa di un figlio) e Adam è felice di regalare ad Asya un po' di serenità e leggerezza portandole in casa un amante a cui dedicarsi. Detto così sembra anche un po' "indelicato", invece l'unico elemento che domina questo libro è proprio la delicatezza.
Mi rammarico di non aver probabilmente saputo apprezzare certe sfumature sociali, ma la storia e lo stile di Yehoshu nel complesso mi sono davvero piaciute.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'amante, 12-11-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
L'amante è un romanzo breve , un racconto autobiografico, poche pagine di una tale intensità da lasciarmi stordita....Indocina, anni trenta, una storia d'amore e di passione tra una giovanissima Marguerite (allora quindicenne) ed un cinese benestante con quasi il doppio dei suoi anni. Una relazione scabrosa e impossibile per la differenza d'eta, di ceto sociale e di razza.
L'autrice, con uno stile particolare e suggestivo, descrive ricordi e sensazioni vissute con l'amante, alternandoli a brevi salti temporali dai quali sgorga il tormento per il rapporto conflittuale e ambiguo con la propria famiglia....
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'amante, 29-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
1973 - La Guerra del Kippur dura 6 giorni - dal 6 al 24 ottobre - e scandisce la vittoria di Israele contro una coalizione composta da Egitto e Siria.

Ad Haifa, un uomo, rientrato da poco in Israele, viene mandato al fronte ma, finita la guerra, non si hanno più sue notizie; quest'uomo, Gabriel Arditi, è l'amante di Asya e di suo marito Adam, che si mettono sulle sue tracce nella speranza di ritrovarlo.
Gabriel è metaforicamente l'amante di entrambi, in quanto rappresenta l'amore fisico che Adam e Asya non riescono più a provare l'uno per l'altra: l'amante è destinato a supplire alle mancanze di questo rapporto di coppia e a mantenere costante il suo equilibrio.
Non c'è niente di stupefacente in questo rapporto a tre: Gabriel offre ciò che ormai è spento da tempo tra i due coniugi, che accettano questa condizione come se fosse una naturale conseguenza dell'estinguersi del loro desiderio.
L'amante è la soluzione ai problemi di coppia.
Yehoshua sviscera questa apparente contraddizione con una minuzia estenuante: ogni evento ci viene raccontato da diversi punti di vista, a turno tutti prendono la parola e ci mostrano la loro versione dei fatti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0I conflitti interiori, 12-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
"L'amante" è una storia proprio singolare, dove si analizzano e si intrecciano i rapporti marito-moglie, genitori-figli, arabi-israeliani, giovani-vecchi, civili-soldati, ortodossi-laici, amante-amato.
Yehoshua con una narrazione a più voci, ci fa conoscere le vicende umane e sentimentali di una coppia israeliana e ci racconta questa storia attraverso la voce di ciascun personaggio e analizza le diverse sfaccettature della verità.
La ricerca è il tema di questo libro, tutti i personaggi inseguono individualmente la verità, cercano qualcosa senza mai appagarsi.
Sullo sfondo delle varie ricerche c'è il conflitto tra arabi e israeliani, e, sembra che Yehoshua voglia dirci che i conflitti più laceranti non sono quelli storici e politici, bensì quelli interiori.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0L'amante, 11-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro che mi è piaciuto moltissimo perchè mi ha fatto incontrare uno stile di scrittura molto raffinato e preciso e delle ambientazioni nuove per me e incredibilmente suggestive. Di Yehoshua però, più di un libro all'anno non ce la faccio e se ne dovessi consigliare uno, direi questo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La rievocazione di un sentimento.., 01-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
...ormai lontano nel tempo da parte di una donna adulta ed affermata. Il ricordo di un'adolescente in cerca di vita che si affaccia su un mondo nuovo ed antico, dove tutto è concesso per denaro e status ma non tollerato dalla società e dalla morale esangue ed impalpabile delle persone decadenti ed ipocrite che la circondano e che dovrebbero proteggere la sua innocenza. La cronaca di un incontro coi sensi violento ed unico, del desiderio di attenzione e dell'appuntamento con l'amore completo, il primo, quello che le rimarrà dentro l'anima, negli occhi, nel naso, sulla pelle per tutta la vita e che le lascerà un solo grande rammarico... quello di non averlo saputo riconoscere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Bel libro, 25-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
la storia si dipana come una ragnatela: i vari protagonisti si trovano invischiati in situazioni negative (che si sono costruite da soli) da cui non riescono ad uscire. Molto interessante l'ambiente in cui si muovono, con scorci di vita quotidiana tra le varie difficoltà di convivenza tra palestinesi ed ebrei in Israele. Il voto sarebbe 3.5.
Ritieni utile questa recensione? SI NO