Allegro occidentale

Allegro occidentale

3.5

di Francesco Piccolo


  • Prezzo: € 7.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Allegro Occidentale è la storia di Mister Piccolo, uno scrittore giornalista al quale hanno proposto di vedere il mondo (o quanto meno una buona parte di questo) insieme ad altri otto colleghi. E Mister Piccolo comincia questo lungo viaggio a occhi sbarrati scoprendo subito, da quando mette piede per la prima volta nella business class dell'aereo diretto in Sri Lanka, che il privilegio sarà, per tutto il tempo della sua Odissea, l'unico vero luogo che fa la differenza, quello che uniforma tutti i luoghi, che azzera le distanze geografiche e amplifica quelle sociali, che crea paradisi e li distrugge.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Francesco Piccolo:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

3.0Cronache (tragicomiche) di viaggio, 04-10-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Piccolo ha scritto una sorta di "cronaca di viaggio" fra Roma, Berlino, Sri Lanka e Australia - divertente, dall'aspetto spesso tragicomico - di quello che dovrebbe essere (ma che secondo me non è, o perlomeno non lo è sempre) il classico occidentale alla ricerca di se stesso, nei tanto agognati "Paesi Lontani". Il protagonista si ritrova catapultato in abitudini e luoghi completamente fuori dal suo standard, a cominciare dal viaggio in business class, passando per la vita spassosa dei villaggi Valtur, fino ad arrivare alle hostess che, sull'aereo, spruzzano sterilizzanti onde evitare che i turisti, ovvi portatori di microbi, possano minacciare l'incontaminato mondo australiano. Il vivere luoghi, usanze e profumi nuovi, farà spesso venire a galla pensieri seppelliti nella memoria di Mister Piccolo, costringendolo a tornare con la mente al suo vero mondo e a capire che in realtà non si era poi allontanato tanto quanto credeva.
La penna dello scrittore scorre velocissima, tanto che a tratti quasi si rischia di perdere il filo, ma resta sempre ironica senza mai cadere nella stupidità, e credo sia soprattutto questo che mi ha spronato ad andare avanti nella lettura. Stavolta infatti Piccolo non mi ha del tutto convinto: ha iniziato bene, ma verso metà romanzo ho avuto come l'impressione che si stesse perdendo per strada e che, nonostante il ritmo incalzante, stesse diventando un po' noioso. Peccato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Allegro occidentale, 08-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un buon sottotilo per questo scritto potrebbe essere "L'arte occidentale del viaggio": è la storia di Mister Piccolo, uno scrittore giornalista al quale hanno proposto di vedere il mondo (o quanto meno una buona parte di questo) insieme ad altri otto colleghi. E Mister Piccolo comincia questo lungo viaggio ad occhi sbarrati scoprendo subito, da quando mette piede per la prima volta nella business class dell'aereo diretto in Sri Lanka, che il privilegio sarà, per tutto il tempo della sua Odissea, l'unico vero luogo che fa la differenza, quello che uniforma tutti i luoghi, che azzera le distanze geografiche e amplifica quelle sociali, che crea paradisi e li distrugge. Parla delle differenze culturali e di come in quelle circostanze ci si ritrovi un poco più bastardi. Alcuni momenti epici: i cinesi sono tutti uguali per noi e anche per loro noi siamo tutti uguali, la scoperta del taxi, lo straniamento tra essere nel lusso e vedere i poveri (Sri Lanka) e non vederli (esclusive resort sulla barriera corallina in Australia). Nonché i normo-tipi del residente dell'organizzazione viaggi e del turista "voglio-tutto-perché-non-si-paga" (cioè si è già pagato prima di partire!). Compreso un capitolo che se organizziamo una serata di lettura ve lo proporrò, sul "dobbiamo assolutamente vederci!". E poi una scrittura scorrevole e gradevolmente comica. Non mi meraviglia che abbia sceneggiato "Caos Calmo" con Moretti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO