L' algoritmo del parcheggio

L' algoritmo del parcheggio

2.0

di Furio Honsell


  • Prezzo: € 15.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Ormai per tutti è il "Magnifico Rettore", oppure semplicemente "Magnifico", come lo chiama Luciana Littizzetto. In questo libro il rettore dell'Università di Udine, professore di informatica e studioso di fama internazionale, spiega la matematica a partire dai suoi rapporti con la vita quotidiana. Passa così dal problema di Briatore a quello di Parry Mason, dal principio di Sherlock Holmes a quello di Amleto, per poi scoprire le verità matematiche nascoste nei proverbi o imparare dalla scienza dei numeri a scegliere gli spiccioli per pagare il caffè, a decidere quanto conviene avvicinarsi per trovare il parcheggio più comodo o a tagliare una torta in parti esattamente uguali. Unendo sapientemente ironia, rigore e passione per il sapere, stordendo piacevolmente i lettori con problemini come quelli che hanno appassionato il pubblico di "Che tempo che fa", Honsell rivela così come la matematica possa rivelarsi incredibilmente curiosa e divertente, in un "libretto" denso di spunti e di sorprese (comprese le illustrazioni di Bruno Bozzetto).

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro

  • Titolo: L' algoritmo del parcheggio
  • Illustratore: Bozzetto B.
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Ingrandimenti
  • Data di Pubblicazione: maggio 2007
  • ISBN: 8804567252
  • ISBN-13: 9788804567257
  • Pagine: 199
  • Reparto: Matematica

Voto medio del prodotto:  2.0 (2 di 5 su 1 recensione)

2.0Quando la matematica è troppo..., 07-07-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro unico nel suo genere che io sappia, vuole raccontare la realtà di tutti i giorni attraverso la matematica. Ottima idea perché tutti noi utilizziamo sicuramente la matematica anche senza accorgecene e il libro del rettore Honsell fornisce anche delle piccole perle che permettono di migliorare alcuni comportamenti quotidiani scorretti. Tuttavia sono troppi i paragrafi che si saltano a piè pari perché troppo complessi, come lo stesso autore ammette. Questo è un libro da regalare solo a bambini prodigio, giovani studenti amanti della matematica e dei suoi giochi (magari partecipanti alle olimpiadi di matematica) e a Prof. di matematica, ma per la grande plebe meglio evitare… si rischia la noia o peggio: la sensazione di essere stupidi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO