Alfabeti. Saggi di letteratura

Alfabeti. Saggi di letteratura

4.5

di Claudio Magris


  • Prezzo: € 19.60
  • Nostro prezzo: € 18.42
  • Risparmi: € 1.18 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Nel suo infinito viaggiare tra le migliori pagine della letteratura, Magris spazia dall'antichità al romanticismo tedesco, dai maestri russi dell'Ottocento ai grandi testimoni della crisi del Novecento, fino ai nostri giorni. Si confronta con miti moderni come Don Chisciotte e Robinson Crusoe, torna su luoghi dell'anima come Vienna e Praga... Nelle sue letture segnala i capolavori riconosciuti e quelli dimenticati. E incontra i grandi temi dell'esistenza e gli eventi che segnano il nostro destino di uomini: la guerra e la felicità, l'identità e la famiglia, la nascita e la morte, lo sport e l'erotismo, l'ira e il coraggio, la speranza e la malinconia, la storia e le sue malattie, il riso e il sangue...

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Alfabeti. Saggi di letteratura acquistano anche Sotto falso nome di Cristina Campo € 18.80
Alfabeti. Saggi di letteratura
aggiungi
Sotto falso nome
aggiungi
€ 37.22

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Claudio Magris:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 3 recensioni)

5.0Alfabeti, 11-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Portate pazienza fino alla fine, prima di giudicare. Una raccolta di articoli e saggi a tema letterario, già apparsi su vari giornali e riviste. Che dire di Magris? Purtroppo io lo adoro in maniera assoluta e totale e non posso dare un giudizio obiettivo.
Certo, riuscire a restare svegli mentre si sofferma per pagine intere su ignoti scrittori tedeschi o boemi sette-ottocenteschi è impresa ardua, ma in altri momenti è facile ed entusiasmante prendere il volo dietro a Conrad, Kipling, Boris Pahor o altri scrittori, noti e ignoti, che non ricordo ma che lui sa rendere con una passione pacata ma per questo non meno coinvolgente.
E la sensazione che rimane dopo aver terminato le oltre quattrocento pagine di questo libro, è di una visione civile, rigorosa ed appassionata dell'esistenza e dell'uomo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Alfabeti, 11-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Magris sviscera ogni argomento tirando fuori perle di letteratura mondiale e questo mi piace molto. Mi piace meno il suo stile monocorde, che a volte rende noiosi argomenti interessanti. Discontinuo dunque, ma sempre di alto livello.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Miti moderni e luoghi dell'anima, 05-12-2008, ritenuta utile da 1 utente su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Alfabeti è un viaggio tra i libri e nella letteratura - o meglio, uno dei mille possibili viaggi alla scoperta dei libri, dei loro autori e di noi stessi. Il percorso inizia dalle letture d'infanzia e d'adolescenza, da quei libri fondanti ke contagiano il piacere della lettura, dando il sapore del racconto e dell'avventura, aprendo alla scoperta del mondo. In Alfabeti ci sono i libri ke ci hanno formato, ke ci hanno ferito e insieme hanno saputo curare la ferita. I libri ke permettono di conoscere e ordinare il mondo e quelli ke ne svelano il caos travolgente e distruttore, l'incanto e insieme l'orrore. I libri ke fanno balenare la salvezza e quelli ke si affacciano sul nulla. Soprattutto quelli ke allargano i confini della letteratura e rimandano aldilà di essa. Al cuore di questo volume è la crisi ke dal Novecento getta le sue ombre e le sue illuminazioni fino a noi. Magris ne scava le radici nel Romanticismo - risalendo peraltro all'antikità e immergendosi nelle letterature anke più lontane e periferike - e la insegue nelle tragedie ke hanno segnato e segnano la nostra storia recente. Alfabeti parla soprattutto di libri ke s'intrecciano e si scontrano con la vita e con la Storia x tornare poi alla vita, plasmando gli sguardi, le idee, i sogni e le esistenze quotidiane dei loro lettori. Libri ke trascendono anke la propria perfezione estetica x dire il dolore come la bellezza, l'amore come l'abiezione. Il libro coglie soprattutto le contraddizioni talora tragike della letteratura e dei suoi autori, capaci di far capire a tutti cosa sia l'umanità ma anke di violarla colpevolmente. Anke x questo il percorso si conclude con un'appassionata e lucida riflessione sul rapporto della letteratura con l'etica e con la politica, riflessione ke mette in luce contemporaneamente la necessità dell'impegno e l'altrettanto necessaria irresponsabilità della poesia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO