Alcesti

Alcesti

4.0

di Euripide


  • Prezzo: € 8.00
  • Nostro prezzo: € 7.52
  • Risparmi: € 0.48 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Rappresentata nel 438 a.C., Alcesti è la più antica fra le tragedie di Euripide a noi pervenute. Ispirata a un mito di cui si narra anche nel Simposio di Platone, essa mette in scena una storia d'amore, che ha per protagonisti il re di Tessaglia Admeto e la sua sposa Alcesti. Admeto ottiene da Apollo la possibilità di sfuggire alla morte, a patto che un altro si sacrifichi in sua vece. E a dare la vita per lui non sono i vecchi genitori, né gli amici fidati, ma la giovane moglie. La tragedia, poi conclusa dall'intervento benefico di Eracle che strappa la donna alle divinità infernali, dà la misura del talento creativo di Euripide, capace di penetrare zone inesplorate dell'emotività umana.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Alcesti acquistano anche Aiace-Elettra-Trachinie-Filottete. Testo greco a fronte di Sofocle € 10.34
Alcesti
aggiungi
Aiace-Elettra-Trachinie-Filottete. Testo greco a fronte
aggiungi
€ 17.86

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Alcesti e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Morire per Amore., 15-10-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Il sacrificio della propria sposa giovane e bella, amatissima e sempre devota per un uomo la cui magnanimità gli è costata la possibilità del sacrificio altrui per la propria morte. Un tempo in cui gli dei del cielo e della terra decidevano le sorti dell'uomo, giovani e vecchi, padri e figli vengono messi a confronto decisionale sul proprio futuro.

E' giusto che un padre muoia per il figlio? E' giusto che un vecchio ormai vissuto al fiore dei suoi anni spenga la propria vita per una piu' giovane? E' giusto che una donna si sacrifichi per un uomo? E' giusto che un uomo viva dell'amore eterno e mortale di una sola donna? E' giusto che i figli vivano e sopravvivano ai propri genitori?

Dov'è la giustizia? Nel mezzo o nelle parti che ogniuno svolge nella propria vita in virtu' della propria morte?

Tragedia o no l'Alcesti rimane una di quelle poche storie semplici e ragionevoli dove la fine non è sempre solcata dal pianto e dove i riti hanno piu' di un semplice complice significato. Bellissima al punto giusto e semplice!
Ritieni utile questa recensione? SI NO