€ 6.20
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
'68. C'era una volta la rivoluzione. I dieci anni che sconvolsero il mondo

'68. C'era una volta la rivoluzione. I dieci anni che sconvolsero il mondo

di Jacopo Fo, Sergio Parini

5.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
Il '68 ha lasciato un segno indelebile. In chi c'era e in chi, non essendoci, si è trovato a viverne l'eredità. Ad accompagnare le storie del libro, tante illustrazioni, più o meno reali, più o meno simboliche.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Un libro come strumento didattico, 22-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Narrazione, sottolineata da fumetti ironici ed autoironici, dell'esperienza fatta dal giovane jacopo dgli anni della rivoluzione studentesca a milano, dal 1968 al 1977, che mostra quanto in quei 10 anni il movimento studentesco sia cambiato.
Racconto di ideologie difese anche a costo di fasi male o di far male ad altri, vissute in prima persona al liceo, ma anche racconto di violenze gratuite da parte di chi usava le ideologie per dar sfogo alla ribellione adolescenziale ad ogni tipo di autorità, o peggio per dar sfogo all'aggressività 'tout court'.
Raccontati a distanza, questo diario risente di una certa autocritica e critica del movimento studentesco di allora, così che la caricatura e l'estremizzazione prevalgono sul racconto dei fatti accaduti realmente.
Godibile dalla prima all'ultima pagina, questo libricino è adatto a chi ha come me vissuto quegli anni al liceo, anche se in un'altra città, ed ai giovani di oggi che utilizzano l'assemblea per poter non fare lezione e basta o per eleggere una miss o per decidere le mete delle gite ('viaggi di istruzione' non di rado vissuti come 'di distruzione' dall'ultima generazione liceale) .
Inutilmente cerco, come docente di filosofia e storia, di spiegare il reale prezioso valore degli 'organi collegiali studenteschi' ai miei ragazzi, senza altra ideologia che quella del dio denaro guadagnato senza sforzo.
Rari sono i ragazzi che riescono a sviluppare coscienza civica e consapevolezza di sè, si tratta sempre di ragazzi che amano lo studio e studiano con interesse e curiosità viva, e che al sapere coniugano 'saper fare' e 'saper essere' , che sono gli obiettivi di un proficuo percorso di studi, ma soprattutto devono essere gli obiettivi di un adolescente che si prepara a scelte adulte.
Questo libro è un po' un catalizzatore di confronti, dibattiti e valutazioni critiche tra i ragazzi; quindi lo consiglio vivamente come 'libro d educazione civica' , efficace proprio perchè un 'non-libro' , bensì uno 'strumento' .
Ritieni utile questa recensione? SI NO