€ 18.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
1861. La storia del Risorgimento che non c'è sui libri di storia

1861. La storia del Risorgimento che non c'è sui libri di storia

di Giovanni Fasanella, Antonella Grippo

4.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Sperling & Kupfer
  • Collana: Saggi
  • Data di Pubblicazione: settembre 2010
  • EAN: 9788820049119
  • ISBN: 8820049112
  • Pagine: 273
  • Formato: rilegato
L'Italia non è cambiata. È diventata quello che oggi è perché è nata così ed è stata raccontata in un certo modo. La retorica risorgimentale, piena di nobili intenti, eroi senza macchia, politici geniali e lungimiranti, è stata il tappeto sotto cui abbiamo nascosto la polvere della nostra storia per centocinquant'anni. E così, se oggi si vuole capire questo Paese "malato", affetto da vizi endemici che paiono inestirpabili, forse sarebbe bene ripercorrere i primi giorni della sua vita. E ciò che fa questo libro, andando a riannodare un filo rosso fatto di intrighi, malavita e malaffare che ha il suo capo proprio nel modo in cui l'Unità fu prima realizzata e poi gestita. Il trasformismo in politica, la corruzione, la tendenza a scendere a patti con i poteri forti, a utilizzare agenti segreti per scopi non istituzionali, a servirsi della criminalità, a sfruttare per ragioni di Stato l'opera di terroristi e rivoluzionari: tutto questo, nei libri di scuola su cui intere generazioni si sono formate, semplicemente non c'è. Anche la storiografia successiva ha peccato di reticenza, e di tale processo di rimozione oggi è irrimediabilmente colpevole. Giovanni Fasanella e Antonella Grippo, dopo aver illuminato nei loro lavori precedenti le zone d'ombra del nostro dopoguerra, con quest'opera sono ripartiti dall'inizio e hanno raccontato ciò che per troppo tempo è stato indicibile.

Note su Giovanni Fasanella

Giovanni Fasanella è nato il 27 marzo del 1954 a San Fele, un piccolo comune di circa 3000 abitanti in provincia di Potenza. Ha iniziato la sua attività come giornalista lavorando presso la redazione de L’Unità. Prima è stato assunto presso la redazione di Torino del quotidiano, durante gli anni di piombo, poi, a partire dal 1984, è passato alla redazione romana, dove ha iniziato ad occuparsi di politica e a lavorare come resocontista parlamentare. Dal gennaio del 1988 lavora per la redazione di Panorama, il settimanale della Arnoldo Mondadori Editore, dove svolge l’incarico di giornalista parlamentare. Fasanella è autore di numerose opere relative alla storia “invisibile” che ha caratterizzato la scena politica italiana del dopoguerra. Esperto di giornalismo investigativo, Giovanni Fasanella lavora anche come sceneggiatore e documentarista.
 


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

4.0Saggio molto interessante, 28-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
"La storia la scrivono i vincitori". E se i vincitori avessero scritto una storia diversa da quella realmente accaduta? L'analisi di un periodo della nostra storia, quello del Risorgimento, che tuttavia rimane un periodo non proprio chiarissimo, sta alla base di questo saggioromanzo. Grazie all'uso di documenti realmente esistenti, gli autori hanno centrato il punto della questione, ovvero che le cose non sono andate come si racconta nei libri di scuola.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La storia siamo noi, 27-08-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Ormai è chiaro: la storia raccontataci a scuola è vera come può esserlo una bella favola. Libri come questo hanno invece il pregio di arrivare in profondità per offrirci una visione obiettiva dei fatti. Scopriamo quindi che è necessario che ci si rifaccia ad una lettura alternativa per capire davvero cosa è accaduto. Buon libro, snello ma esaustivo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO